,,
Virgilio Sport SPORT

F1, Red Bull: addio a "Mad Max", ora Verstappen è un pilota vero

La Curva 4 del Bahrain è stata una bella botta per il primo contender a Lewis Hamilton, ma la sensazione è che il pilota olandese sia diventato, anche nella testa, un vero e proprio pilota di F1. Finalmente.

Il nickname di Max Verstappen nei suoi primi anni nel  Circus era stato quello di “Mad Max“, ad indicare una certa attitudine al nervosismo e a qualche incidente di troppo. Però, in questa che si appresta ad essere la sua prima vera stagione da contender al titolo, sembra aver trovato la calma e la maturità di un veterano della Formula 1.

Nonostante la beffa terribile della “Curva 4″ in Baharain, Max è apparso molto calmo, sereno e fiducioso in vista del GP dell’Emilia Romagna in programma questo weekend:

“Speriamo che tra me e Lewis vada in modo opposto rispetto al Bahrain, ma il primo weekend è stato positivo. La gara è stata un po’ deludente perché non abbiamo vinto, però se quello è un risultato negativo non vedo l’ora di fare le altre 22 gare. Non vedo il motivo per cui la macchina non debba essere competitiva. Arrivare in pista sapendo che la macchina può vincere rende tutto più semplice”.

Quello che ha fatto specie a molti addetti ai lavori è l’insolita tranquillità con cui l’Olandese Volante ha affrontato la sconfitta nel primo GP stagionale:

“Io calmo dopo il Bahrain? Ma io sono sempre stato super calmo, che devo fare? Non avrebbe senso rompere le cose o dare di matto. Ripeto, se essere secondo è un risultato negativo allora guardo con ottimismo alle prossime 22 gare. Ovviamente quando ho tagliato il traguardo ero deluso, ma ho imparato nel corso degli anni che non si perde nulla alla prima gara. La cosa importante è fare punti, al contrario dell’anno scorso quando eravamo molto indietro in termini di passo e non avevamo fatto punti. Quest’anno abbiamo una buona vettura e siamo arrivati secondi”.

OMNISPORT | 15-04-2021 16:47

F1, Red Bull: addio a "Mad Max", ora Verstappen è un pilota vero Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...