Virgilio Sport

F1, Zack Brown si scaglia contro la Racing Point

Le dure parole del CEO McLaren sulla situazione della Racing Point.

Pubblicato:

F1, Zack Brown si scaglia contro la Racing Point Fonte: Getty Images

Il CEO di McLaren Zack Brown ha parlato della scelta del team Racing Point, ora Aston Martin, di prendere più che ispirazione da tutti i progetti di Mercedes per realizzare l’auto per il Mondiale 2020 di Formula 1. Come è ampiamente risaputo, la versione 2020 della Racing Point era molto simile al modello Mercedes 2019, cosa che non è passata inosservata ne agli addetti ai lavori ne agli appassionati:

Racing Point? Copiare l’auto di qualcun altro è probabilmente un buon sistema per diventare competitivi velocemente, ma se la tua aspirazione è batterla, beh, così non la batti. Visto che il nostro obiettivo ultimo è vincere il titolo, il solo modo per farlo non è essere bravi tanto quanto gli avversari, ma scoprire dove essere migliori”.

Una considerazione anche sulle prese d’aria, differenti rispetto al modello Mercedes ma non migliori, anzi, illegali:

“Il vero problema che ho avuto con la Racing Point è che non credo che quello che hanno fatto fosse nello spirito degli accordi. Le loro prese dei freni non erano conformi al regolamento. Dunque erano illegali. Da qui la penalità, sarebbe stata un’altra cosa se loro avessero solo copiato la macchina. Ma chiaramente io penso che abbiano oltrepassato il limite e lo stesso hanno pensato gli steward. Questo era il vero problema che io avevo”.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...