Virgilio Sport

Ferrari, Leclerc svela quante gare può vincere: tifosi in estasi

Il pilota del Cavallino ha mandato un chiaro messaggio a Verstappen e Hamilton, elogiando nuovamente la nuova monoposto.

Pubblicato:

In una lunga intervista televisiva, andata in onda sull’emittente francese Canal Plus, Charles Leclerc ha mandato un messaggio chiaro a Mercedes e Red Bull e a Hamilton e Verstappen, facendo sognare i tifosi della Rossa.

Ferrari, Leclerc entusiasta

Il pilota della Ferrari, dopo i primi test stagionali, è soddisfatto del lavoro svolto: “Sono contento. Abbiamo svolto l’intero programma prefissato senza alcun problema importante. Tuttavia, ci siamo concentrati sulle nostre performance ed è difficile giudicare quelle altrui. Red Bull e Mercedes potranno portare aggiornamenti in Bahrain, quindi dobbiamo restare cauti.

Anche nel 2019 ci sembrava di avere un buon passo dopo i primi test, ma quando la Mercedes ha installato gli aggiornamenti ci siamo resi conto di essere più indietro di quanto pensassimo. In aggiunta, ci vorranno poi due o tre gare per abituarsi alle nuove monoposto del 2022. Gli ultimi due anni sono stati complicati per la Ferrari, che è sempre sotto pressione. Tuttavia, la squadra ha reagito bene, e si è adattata al regolamento”.

Leclerc: “Posso vincere cinque gare”

Leclerc sa cosa serve per diventare un campione e quante gare la sua Ferrari può vincere nella prossima stagione: “La chiave di tutto per me è la costanza. Se vinci una gara ma non sei stabilmente davanti, non puoi considerarti un campione. Quante gare credo di poter vincere quest’anno? 23! No, sul serio, cinque sarebbero già un grande risultato. Oltretutto, se siamo costanti, ci si potrebbe anche laureare campioni con cinque vittorie. Un altro mio obiettivo è quello di portare a termine una gara a Monte-Carlo, cosa che non mi è ancora riuscita”.

Leclerc e l’amicizia in F1

Infine, Leclerc ha parlato dei rapporti esistenti tra i piloti in Formula 1: “L’amicizia è un tema complicato ed è importante stabilire una linea di confine tra l’attività in pista e la vita di tutti i giorni. Con Gasly, ad esempio, sono amico. Ci conosciamo da quando eravamo piccoli, così come con Ocon. Sono già finito a muro con Esteban ma alla fine è un bel ricordo, e siamo cresciuti insieme. Anche con Sainz vado d’accordo. Siamo concorrenti, anche perché il tuo compagno di squadra è l’unico che ha la tua stessa macchina e lo vuoi battere. In ogni caso, dobbiamo trovare un equilibrio per lavorare nel team. Mio fratello? Sarebbe poi bellissimo correre contro Arthur e glielo auguro. Sarebbe strano, perché ci vogliamo bene e ci ritroveremmo come concorrenti, ma lo spero davvero per noi”.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...