Virgilio Sport

Fiandre, le previsioni di Ballan

Il vincitore del 2009: "Van Aert è il favorito, ma Van Der Poel è esplosivo e Pogacar scalatore".

Pubblicato:

Fiandre, le previsioni di Ballan Fonte: Getty Images

Il trevigiano Alessandro Ballan non è solo l’ultimo azzurro ad aver conquistato la maglia di campione del mondo (Varese 2008), ma anche un corridore che ha vinto il Giro delle Fiandre (2009) ed è stato competitivo alla Parigi-Roubaix, sfiorata tre volte.

Queste le sue previsioni sul Fiandre in programma domenica: “Wout van Aert è in grande condizioni, per me è il favorito, ha qualche cosa in più rispetto ai rivali; la vittoria di Harelbeke e l’arrivo a due con il compagno di squadra Laporte alla Gand-Wavelgem sono una bella iniezione di fiducia per il belga. Sul passo va molto bene e sulla distanza ha una squadra pazzesca, potrebbe persino lanciare un’azione sul pavé dello stesso Laporte: una mossa così a 70-80 km dal traguardo quanto meno innervosirebbe i vari Pogacar e van der Poel. Però ha sulle spalle la pressione di un Paese intero: non si deve far sorprendere sui Muri” spiega a ‘La Gazzetta dello Sport’.

I grandi rivali del belga saranno Mathieu van der Poel, che punta al tris, e Tadej Pogacar, che farà di tutto per non andare in volata: “La condizione di van der Poel è invidiabile, mercoledì è stato il primo a scattare e non ha avuto problemi a inseguire Pogacar, allo sprint si è fatto sorprendere da van Aert, ma sul traguardo del Fiandre non parte battuto. Lui e van Aert non devono marcarsi, se ne avvantaggerebbe Pogacar con un colpo di mano. Van der Poel è più esplosivo di van Aert, fa la differenza da fermo, mentre il belga cerca la progressione; è abituato a questa corsa e ha tra l’altro battuto van Aert nel 2020. Lui non deve spendere troppe energie, non può farsi trovare 30o o 40o all’avvio di un Muro. Pogacar non ha paura di provare a vincere, rischiando di perdere: ci ha provato alla Milano-Sanremo e venerdì ha lanciato l’azione decisiva; tra i tre è il più scalatore e può fare la differenza sui Muri, ma se vuole vincere la Classica che ha chiuso un anno fa al quarto posto deve staccare van Aert e van der Poel, che hanno però le caratteristiche per rispondere allo sloveno”.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...