Virgilio Sport

Follia in Colombia: scontri a colpi di machete dopo derby Medellin, due morti

Due morti e quattordici feriti, questo il bilancio dei violenti scontri tra tifosi che hanno messo a ferro e fuoco la città di Medellin, in Colombia, dopo il derby Independiente Medellin-Atlético Nacional

02-05-2023 12:07

Lorenzo Marsili

Lorenzo Marsili

Sport Specialist

Giornalista pubblicista, redattore, divulgatore. E' una delle anime video del sito: racconta in immagini un evento e lo fa come pochi altri

Due morti e almeno quattordici feriti. È il bilancio, purtroppo solo parziale, dei drammatici scontri avvenuti al termine di Independiente Medellin-Atlético Nacional, un grande ‘Clasico’ del calcio colombiano. La partita, vinta 3-1 in trasferta dal Nacional, è stata seguita da una vera e propria guerriglia, che ha finito col devastare la zona del quartiere Estadio della capitale di Antioquia. A darne notizia Caracol, la seguitissima radio del paese, e altri media colombiani.

Morti e sangue dopo la partita in Colombia

I tanti video circolati in rete in queste ore mostrano corpi dilaniati e nudi abbandonati in mezzo alla strada. Sono le scene assurde che documentano la violenza scoppiata attorno all’una e mezza di notte all’esterno dello stadio Atanasio Girardot, in Colombia, dopo il sentitissimo derby di Medellin. Protagoniste della violenza, le tifoserie di Independiente Medellin e Atlético Nacional, che hanno dato vita a una vera e propria guerriglia urbana tra gli ingessi 70 e 74 dell’impianto sportivo.

I due tifosi morti negli scontri

I violenti scontri avrebbero coinvolto circa 300 tifosi, per un bilancio parziale di due morti e almeno quattordici feriti. I due tifosi deceduti, riportano i verbali della Polizia colombiana, sarebbero il venticinquenne Alejandro Gallego Torres e il trentaquattrenne Anderson Steven Jaramillo Cañaveral, noti con i soprannomi di ‘La Hormiga’ ed ‘El Zombie’.

Come spiegato ai media locali dal Colonnello di Aburrá Valley, Henry Bello Cubides, “i due sono stati attaccati con armi affilate e oggetti contundenti”. Il più giovane ha, infatti, riportato tre ferite al torace e una al ginocchio, causate presumibilmente da un coltello, mentre il 34enne è stato ucciso a colpi di machete al petto e all’addome.

La dura condanna del sindaco di Medellin

Mentre proseguono le indagini per identificare i responsabili, le autorità locali avrebbero fermato una persona. In merito all’accaduto è intervenuto anche il Sindaco di Medellin, Daniel Quintero, che ha puntato il dito verso i due uomini che hanno perso la vita negli scontri, accusandoli di avere la gran parte delle colpe per la rissa. Il Sindaco ha, inoltre, promesso una ricompensa fino a 200 milioni di Pesos a coloro che aiuteranno le autorità a identificare e perseguire i responsabili della notte di sangue di Medellin.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...