,,

Virgilio Sport

Giro d’Italia 2022, 18ª tappa: la fuga beffa il gruppo, vittoria per De Bondt

Il belga dell’Alpecin-Fenix si è imposto nello sprint ristretto che ha deciso una frazione che doveva essere appannaggio dei velocisti.

26-05-2022 17:39

Doveva essere l’ultimo arrivo per velocisti del Giro d’Italia 2022 e invece, ad avere la meglio sul traguardo di Treviso, sono stati ancora una volta i fuggitivi di giornata.

Ordine d’arrivo diciottesima tappa e classifica generale

Giro d’Italia 2022: il gruppo sbaglia i calcoli, De Bondt ne approfitta

Gli sprinter infatti non sono riusciti a giocarsi il successo nella 18ª frazione a causa di un errore di calcolo che li ha portati a sottovalutare il margine e soprattutto il valore dei quattro fuggitivi di giornata Dries De Bondt, Davide Gabburo, Magnus Cort ed Edoardo Affini.

Costoro, facendo leva sulle proprie doti di passisti, hanno egregiamente resistito al ritorno del plotone principale conservando un piccolo gap che gli ha consentito di giocarsi la vittoria allo sprint poi vinto da De Bondt davanti ad Affini, Cort e Gabburo.

Giro d’Italia 2022, Almeida out: il podio si delinea

L’ex campione belga su strada ha così regalato, dopo quelle di van der Poel a Visegrad e Oldani a Genova, la terza gioia parziale alla Alpecin-Fenix in questo Giro d’Italia 2022, corsa che, a livello di classifica generale, ha visto tutti i corridori dalla quinta piazza in poi guadagnare una posizione per il ritiro causa positività al Covid-19 da parte di Joao Almeida.

L’uscita di scena del portoghese dell’UAE Team Emirates è stata, assieme alla beffa subita dagli sprinter, la notizia del giorno perché di fatto, a meno di crolli clamorosi tra domani e sabato, è stato definito il podio dell’edizione 105 della Corsa Rosa.

Giro d’Italia 2022, si ritorna a salire

In che posizione Hindley, Landa e l’attuale maglia rosa Carapaz saliranno sul podio di Verona è ancora tutto da verificare e, in quest’ottica, saranno decisive le ultime due tappe di alpine di venerdì e sabato.

Domani in particolare l’inedito Monte Kolovrat e l’arrivo al Santuario di Castelmonte della 19ª tappa potrebbero creare nuova selezione in gruppo e rompere quell’equilibrio che finora ha regnato tra i primi tre pretendenti al Trofeo Senza Fine.

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...