Virgilio Sport

Giro d'italia: a Van der Poel prima tappa e prima maglia rosa

L'olandese della Alpecin-Fenix, esordiente al Giro, ha battuto in volata nell'arrivo in salita a Visegrad l'eritreo Girmay.

Pubblicato:

Come da pronostico è Mathieu Van der Poel la prima maglia rosa del Giro d’Italia 2022. L’olandese della Alpecin-Fenix ha vinto la prima tappa della centocinquesima edizione della corsa rosa, 195 km da Budapest a Visegrad, battendo in volata l’eritreo Biriam Girmay della Intermarché, terzo lo spagnolo della Bahrain Victtorious Pello Bilbao. L’australiano della Lotto Saudal Caleb Ewan era a sua volta in corsa per la vittoria ma è caduto a pochi metri dall’arrivo.

L’ordine d’arrivo della prima tappa e la classifica generale

Giro d’Italia 2022, prima tappa: lunghissima fuga d Mattia Bais e Tagliani

Pronti via e vanno immediatamente in fuga Mattia Bais e Filippo Tagliani, entrambi portacolori della Drone Hopper-Androni Giocattoli, che a 30 km dalla partenza nella capitale ungherese raggiungono un vantaggio massimo di dieci minuti. Il gruppo si avvicina piano piano e senza fretta e quando mancano 13 km al traguardo riprende i due compagni di squadra e di fuga, rimasti in avanscoperta per oltre 180 km.

Giro d’Italia 2022, prima tappa: Ewan cade all’ultima curva

A poco più di 5 km dall’arrivo comincia la salita che porta al castello di Visegrad e ai meno 3,5 scatta Lawrence Naesen della AG2R Citroen che viene poi ripreso e staccato in contropiede dal tedesco della Bora-Hansgrohe Lennard Kaemna, ripreso all’ultimo chilometro. La volata premia Van der Poel che sull’ultimo strappo opera una rimonta incredibile negli ultimi metri di gara anticipando Girmay e Bilbao. Ewan era quello messo meglio per la vittoria tra i velocisti puri dato che era incollato alla ruota di Girmay ma all’ultima curva è finito per terra autoeliminandosi per aver sfiorato la ruota dell’eritreo.

Giro d’Italia 2022, prima tappa: Van der Poel e Girmay confermano i pronostici che li vedevano favoriti

Van der Poel e Girmay hanno confermato in pieno il pronostico della vigilia, che li vedeva come i due grandi favoriti. L’olandese, esordiente al Giro, ha ribadito la sua immensa classe, l’eritreo, anche lui debuttante, ha invece dimostrato, su un arrivo tagliato apposta per le sue caratteristiche, così come per quelle del nipote di Raymond Poulidor, che il suo storico trionfo alla Gand-Wevelgem non era stato casuale. Carapaz è stato il primo degli uomini di classifica, sesto, ottavo Diego Ulissi (UAE Team Emirates), il migliore degli italiani. Domani seconda tappa, una cronometro individuale di 9,2 km con partenza e arrivo a Budapest.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...