,,
Virgilio Sport SPORT

Icardi devastato: rabbia e lacrime, verso l'addio all'Inter

L'amarissima uscita del capitano, che vede allontanarsi la Champions e la permanenza in nerazzurro.

L’Inter ribalta in 10 uomini la Juventus, poi cede nel finale ai bianconeri. Icardi, sostituito negli ultimi minuti del big match di San Siro, ha assistito impotente alla controrimonta dei bianconeri e a fine partita non è riuscito a trattenere le lacrime per la sconfitta beffa.
Maurito è uscito sconsolato, applaudito da tutto il pubblico ma visibilmente affranto per un ko che potrebbe chiudere definitivamente il discorso qualificazione alla Champions League e conseguentemente la sua carriera in nerazzurro. Al Biscione servono 50 milioni entro giugno, e una possibile cessione dell’attaccante nerazzurro, pagato 13 milioni di euro nel 2013, porterebbe a compimento una plusvalenza da sogno. Il club nerazzurro si è già cautelato ingaggiando per futuro dal Racing Avellaneda Lautaro Martinez, e sta meditando sull’addio del suo killer d’area, che sabato sera con le sue lacrime ha però rappresentato un intero popolo.

Spalletti ha fatto mea culpa per averlo cambiato nel finale. Un errore costato caro: “I cambi sono sbagliati, me ne prendo la responsabilità. Volevo sostituire Perisic che aveva chiesto il cambio. Poi mi ha detto che ce la faceva e c’era da fare partita difensiva, così ho deciso di sostituire Icardi con Santon”.

“Le lacrime di Icardi? Negli spogliatoi ho detto alla squadra che ha fatto una grande partita e che meritava un esito differente. E’ normale rimanerci male, i giocatori hanno dei sentimenti e non contano i soldi. C’entra far bene il proprio lavoro in maniera professionale e c’entra il voler dare gioie ai tifosi che ci hanno sostenuto dall’inizio e che meritano qualche gioia”

L’orgoglio di Steven Zhang: “Per 110 anni noi abbiamo sempre giocato con onore, col cuore, come stasera – ha dichiarato a Inter TV – Nei prossimi incontri proveremo a fare il meglio. Non parleremo dell’arbitro perché noi siamo l’Inter e oggi abbiamo fatto vedere cosa vuol dire essere nerazzurri, cosa vuol dire veramente essere dell’Inter. Sono orgoglioso di ogni singolo ragazzo”.

SPORTAL.IT | 29-04-2018 11:50

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...