Virgilio Sport

Il retroscena sulle nuove minacce di Varriale all'amante scatena il web

Altre accuse per l'ex vicedirettore di Raisport, avrebbe mascherato la voce dai telefoni Rai per intimorire la donna

Pubblicato:

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

Non c’è pace per Enrico Varriale. L’ex vicedirettore di Raisport, che dopo la prima denuncia per stalking era stato sospeso dall’azienda (ma il conduttore ha portato in giudizio viale Mazzini per tornare in video, episodio ricordato anche dall’ex direttore di Raisport Alessandra De Stefano), deve ora fronteggiare una nuova accusa come emerge da quanto scrivono oggi Il Messaggero e La Repubblica. Un’altra donna si è presentata a denunciarlo. Parlando di urla e insulti sempre più pesanti, liti culminate in minacce di morte e uno scontro.

Varriale, indagini chiuse: possibile rinvio a giudizio

Durissimo l’epilogo. Con lei che finisce a terra e perde i sensi. E lui che le avrebbe detto «se mi denunci ti ammazzo». Sulla vicenda la procura di Roma ha chiuso le indagini. Presto potrebbe decidere sul rinvio a giudizio. La vicenda sotto l’esame della pm Daniela Cento va dal settembre 2021 al febbraio 2022. Ovvero è successiva al caso dell’ex compagna. Per il quale intanto è cominciato il processo.

Varriale, dal dicembre 2021 andavano avanti indagini

La vicenda della seconda amante che accusa Varriale di stalking era nota dal dicembre 2021. All’epoca sempre Il Messaggero raccontò di un episodio accaduto nella casa del giornalista a Ponte Milvio: uno schiaffo che avrebbe fatto perdere i sensi alla donna che successivamente si sarebbe recata al pronto soccorso. All’epoca anche il giornalista aveva chiesto l’intervento delle forze dell’ordine perché la donna durante la lite avvenuta per motivi di gelosia avrebbe iniziato a distruggere l’appartamento.

Secondo quanto si apprende oggi nell’occasione il giornalista l’avrebbe minacciata, intimandole di non sporgere denuncia. L’accusa sostiene che da quest’episodio fino al febbraio 2021 Varriale l’avrebbe contattata al telefono e tramite i social network. E, scrive la pubblica ministera, avrebbe provato a parlare anche con i figli di lei.

Varriale, il giallo della telefonata con voce mascherata

La novità principale riguarda il caso di una telefonata arrivata sull’utenza della donna il 19 dicembre 2021 e che sarebbe provenuta dall’utenza della Rai. Nel corso della comunicazione delle 13.27 qualcuno con voce camuffata avrebbe detto alla donna «morirai».

Varriale, il caso scatena i tifosi sul web

Fioccano le reazioni, molte delle quali sarcastiche: “Sto tremando Varriale sono qui che tremo…” ha risposto l’amante, simulando la voce di Zenga” oppure, citando Fantozzi: “Faccia l’accento svedese… Varriale” e anche: “Pare che anche tutte le intercettazioni riguardanti il caso Plusvalenze della Juventus fossero false. Si trattava di Varriale con la voce camuffata”

C’è chi scrive: “Gli auguro di entrare in quel bel vortice mediatico, diffamatorio e di odio che ha sempre perpetuato contro la Juventus. D’altronde ogni giorno dai suoi profili social fa emergere una propensione esagerata verso lo scontro e la conflittualità” e infine: “Mi fanno ridere i gobbi che per Varriale bastano le parole dell’accusa mentre per la Juve si deve andare fino al Consiglio Supremo Intergalattico per essere giudicati. Garantisti e giustizialisti a giorni alterni”.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...