,,
Virgilio Sport SPORT

Il tecnico dello Sheriff ripudia la Superlega: "E' un'idea stupida"

Yuriy Vernydub mette in guardia i suoi ragazzi in vista della trasferta di San Siro: "Il troppo entusiasmo può giocare brutti scherzi".

18-10-2021 20:39

È la sorpresa della Champions League, la squadra dominatrice del Gruppo D come l’ha definita Simone Inzaghi in conferenza: lo Sheriff Tiraspol ha ottenuto sei punti nelle prime due giornate contro ogni pronostico, battendo addirittura il Real Madrid nel sacro tempio del ‘Santiago Bernabeu’.

Guai, però, a cadere in facili entusiasmi che potrebbero risultare fatali contro un’Inter agguerrita e vogliosa di portare a casa i primi tre punti in Europa, dove peraltro Dzeko e compagni sono ancora a secco di reti: l’avvertimento è del tecnico Yuriy Vernydub, intervistato da ‘La Gazzetta dello Sport’.

“L’entusiasmo per il dopo Madrid può giocare brutti scherzi, temo la troppa attenzione mediatica. Meglio rimanere nell’ombra. A Milano e al ritorno sarà dura, l’Inter gioca diversamente da Real e Shakhtar. Hanno un modulo nuovo per noi, a 3 dietro e a 5 in mezzo. Spero che i miei ragazzi siano consapevoli delle nuove difficoltà e rimangano concentrati.

L’attacco dei milanesi è fenomenale, fra Dzeko, Lautaro e Correa sarà durissima, fanno male. E non sottovaluto certo gli altri reparti, fra centrocampisti esperti e di talento come Calhanoglu o Barella. E in difesa Skriniar mi piace perché vince sempre i contrasti aerei. L’Inter poi è molto pericolosa sui calci piazzati”.

Vernydub ha giocato un brutto scherzo a Carlo Ancelotti, fonte d’ispirazione per il lavoro in panchina grazie al suo libro che può essere considerato una sorta di ‘guida psicologica e carismatica’.

“Carlo, come Lippi – un grandissimo, che ho sempre seguito con interesse – è un maestro. Mio figlio mi aveva regalato l’ultimo libro di Ancelotti, ‘Il leader calmo’, l’ho letto a fondo tante volte. E dopo che l’ho battuto a Madrid mio figlio subito mi ha rinfacciato: ‘Hai visto che hai fatto bene a leggere il suo libro.È tutto merito mio se hai vinto col Real…'”.

Chiosa abbastanza chiara sulla Superlega, un progetto rispedito con forza al mittente: “È un’idea stupida, non la posso accettare. Il calcio è di tutti, di chi merita. La Superlega privilegia club già ricchissimi, capisco gli interessi, ma è l’opposto dei valori dello sport, di cui noi siamo stati la dimostrazione. Va dato il giusto premio a chi lo merita. Il calcio non è solo élite”.

OMNISPORT

Il tecnico dello Sheriff ripudia la Superlega: "E' un'idea stupida"

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...