Virgilio Sport

Inchiesta Juve: Report svela il Libro Nero di Paratici, lui si difende. Il club contrattacca

Ecco i principali temi toccati dall'inchiesta di Report sulla Juventus, dal caso plusvalenze alla manovra stipendi, sino alla difesa di Paratici: ma la Juve risponde

16-01-2023 22:53

Luca Santoro

Luca Santoro

Giornalista

Esperto di Motorsport ma, più in generale, appassionato di tutto ciò che sia Sport, anche senza il Motor. Dà il meglio di sé quando la strada fa largo alle due o alle quattro ruote

Stasera è andato in onda su Rai 3 il tanto atteso servizio di Report sul caso che sta investendo la Juventus, dopo una serie di anticipazioni che sono circolate nelle ultime ore. Si è parlato perciò dell’inchiesta Prisma, delle questioni relative al bilancio, la controversa manovra stipendi ed il caso delle plusvalenze fittizie: tutti temi che abbiamo imparato a conoscere in questi mesi in cui il club bianconero si è visto decapitare il proprio vertice dirigenziale (in effetti, le novità eclatanti sono state davvero poche).

“Una nuova Calciopoli”: l’intercettazione di Bertola ed il commento di Moggi

Per fare una sintesi di ciò che ancora non era stato svelato – e che non vuole essere ovviamente esaustiva dei temi toccati nel programma d’inchiesta condotto da Sigfrido Ranucci – , si è partiti dalla fine di questa storia, ovvero le dimissioni del CdA (a partire dal presidente Andrea Agnelli) lo scorso 28 novembre a causa dell’inchiesta della Procura di Torino e dei rilievi mossi dalla Consob.

Sembra una nuova Calciopoli, come risulta da una intercettazione divulgata da Report in cui l’ex direttore finanziario della Juve Stefano Bertola definiva in tal modo la situazione che si era venuta a creare (“Ma questa volta i responsabili siamo noi”), e chi ha vissuto in prima persona quell’epoca, ovvero Luciano Moggi – che nel frattempo ha consegnato anche al programma di Rai 3 la famosa chiavetta data ad Agnelli con documenti relativi proprio a Calciopoli, non ancora rivelati – ha spiegato ai giornalisti di Report: “L’intercettazione di Bertola? Se stava zitto guadagnava tanto, lui era l’amministratore. Lui era quello che doveva correggere Paratici e compagni. Quando ti trovi in un contesto che ti potrebbe dare più di quello che vuoi sei portato ad esagerare. Probabilmente per tentare di vincere la coppa dei campioni il club ha esagerato. Io e Giraudo prima di fare qualcosa andavamo sempre dalla proprietà e decidevamo se fare o non fare una cosa”.

Il Libro Nero di Paratici e la sua difesa

Il servizio ha anche toccato il cosiddetto Libro Nero dell’ex direttore sportivo Fabio Paratici, dove dovrebbero essere redatti tutti gli errori che hanno portato alla “disastrosa” situazione patrimoniale, e nelle cui voci risultano anche le plusvalenze. Secondo la Procura di Torino è lui la mente dietro le operazioni spregiudicate: pare che il 12 febbraio 2021 il dirigente ora al Tottenham avesse spiegato allo stesso Agnelli le azioni per abbattere il debito, tra cui la manovra stipendi. “Mi dà fastidio parlarne – è la difesa di Paratici ai microfoni di Report, rompendo quindi il silenzio da quando questo caso è esploso -. Siamo ancora in una una fase dove ci sono cose che non sono chiarite a livello processuale, non mi sento pronto per parlare. Io responsabile del sistema? Ognuno ha la sua visione, per ora è unilaterale”.

Le plusvalenze e le preoccupazione di Elkann

Sempre secondo il servizio di Report, le plusvalenze hanno agitato l’ambiente bianconero: in una intercettazione il tecnico Massimiliano Allegri, parlando del mercato 2020, lo ha definito “un mercato del ca…” (come dire, giocatori buoni per i libri contabili più che per il campo, secondo l’inchiesta), e lo stesso John Elkann ad un certo punto aveva espresso le sue preoccupazioni per delle operazioni sportive giudicate eccessive. Per la cronaca, nel bilancio 2018-2019 le vendite dei giocatori ammontano a 166 milioni, per poi salire a 172 milioni nel successivo bilancio, costituendo il 29% dei ricavi del club. La quasi totalità di essi proviene dalle plusvalenze.

Il ruolo degli agenti

Al di là poi del caso della carta Ronaldo (con il giocatore che tramite i suoi avvocati ha chiesto la corresponsione dei 19 milioni che furono posticipati), Report ha anche parlato anche del ruolo degli agenti disposti ad ammortizzare i debiti del club pur di fare affari con la Juve, prestando il fianco anche alla firma di presunti mandati fittizi.

Vene citato il credito di 450 milioni di euro che la Reset Group di Davide Lippi avrebbe maturato con la Juve nel trasferimento di Spinazzola (il mandato fu fatto da Gabriele Giuffrida di GG11 “perché all’epoca non ero iscritto come agente”, ha spiegato il figlio dell’ex tecnico), per poi passare al pranzo del 23 settembre 2021 tra Agnelli, altri presidenti di club e i vertici di Lega Serie A e FIGC come Gabriele Gravina, di cui vi abbiamo già fornito una anticipazione (proprio il presidente federale ha spiegato che l’attività di monitoraggio della Covisoc era partita da un suo report, spiegando inoltre che le plusvalenze fittizie sono sicuramente un male, ma in un regime di libero mercato non ci possono essere criteri oggettivi per arginarle).

De Laurentiis: “Ho usato Agnelli”

Infine, a proposito dei conflitti in Lega Calcio tra chi opta per condotte frugali e chi spinge per iniezioni notevoli di soldi o tramite aiuti statali o investimenti da parte di fondi, Report ha dato spazio alla testimonianza di Aurelio De Laurentiis, che ha candidamente svelato di aver “usato” Agnelli per bloccare la vendita dei diritti di Serie A ad un fondo come volevano “i morti di fame della Lega” (“Agnelli l’ho usato perché chiaramente se entrava un fondo non gli sarebbe stato permesso di fare la Superlega, per questo lui si è scagliato contro di essi”).

La risposta della Juventus “andata in onda parzialmente”

Per la cronaca, il club bianconero ha mandato una nota al programma, letta in diretta e che recita: “Juventus Football Club respinge le ipotesi accusatorie e rivendica la correttezza del proprio operato”.

A stretto giro però la Juve ha pubblicato sul proprio profilo Twitter una mail in cui rispondeva alla richiesta della redazione di Report di offrire un punto di vista sull’inchiesta, “parzialmente citata in onda”. Di seguito riportiamo il tweet con il contenuto della mail dove è presente la risposta completa:

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE B:
Ascoli - Brescia
Reggiana - Sudtirol
Palermo - Ternana
Sampdoria - Cremonese
Lecco - Como
Catanzaro - Bari
Parma - Cosenza

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...