Virgilio Sport

Inchiesta Juventus, il servizio di Report scatena la polemica sul web

Le reazioni all'inchiesta di Report sulla Juventus ed il caso Prisma: prevale una sensazione di incompiutezza, con dettagli per larga parte già noti al pubblico

17-01-2023 11:30

Luca Santoro

Luca Santoro

Giornalista

Esperto di Motorsport ma, più in generale, appassionato di tutto ciò che sia Sport, anche senza il Motor. Dà il meglio di sé quando la strada fa largo alle due o alle quattro ruote

La tanto attesa inchiesta di Report sulla Juventus è andata in onda ieri su Rai 3, ma alla fine l’impressione lasciata allo spettatore medio è quello della proverbiale montagna che partorisce il topolino, almeno per ora (nel caso il programma condotto da Sigfrido Ranucci non conceda in futuro eventuali bis).

Inchiesta Report: tanti dettagli già noti

Come abbiamo visto nella nostra sintesi, il servizio è stato un calderone di elementi che per la maggior parte si conoscevano già – i motivi che hanno fatto nascere l’inchiesta Prisma e ciò che era venuto fuori come le plusvalenze fittizie, le manovre stipendi, la carta Ronaldo – aggiungendo qualche dettaglio come il presunto ruolo degli agenti nell’ammortizzare i debiti del club, il pranzo tra Andrea Agnelli ed altre società e i vertici della FIGC, il commento di Gravina, il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis che ha ammesso con la sua consueta sincerità tranchant di aver usato Agnelli contro alcuni club di Lega e le rivelazioni di un anonimo “manager sportivo” che in realtà non hanno riferito nulla da far tremare più di tanto i muri della Continassa.

Persino il presunto Libro Nero dell’ex direttore sportivo Fabio Paratici, sorta di necronomicon dei peccati bianconeri, non smuove più di tanto la situazione che si è venuta a conoscere tramite l’inchiesta Prisma: l’unica novità è la difesa del dirigente ora al Tottenham sentito da Report, ovviamente laconica ed estremamente sintetica (visto che la sede più opportuna è un’altra).

Per molti di quelli che hanno seguito ieri l’inchiesta (per la precisione, la platea televisiva è stata pari a 1.483.000 telespettatori, con share del 7.4%), al netto degli insulti e delle contumelie rivolte a Ranucci e alla sua squadra da parte dei soliti odiatori a tastiera armata (e su cui ovviamente sorvoleremo), la sensazione è quella di una incompiuta, come quei film che ti prendono ma si chiudono di botto con un finale aperto.

“Non è emerso nulla di nuovo”, la delusione social

“Da Report non emerge niente di nuovo, hanno fatto un riassunto di quello che si sapeva già”, è la tesi di un utente su Twitter, che aggiunge un altro tema che ha tenuto banco tra i commentatori social: ovvero le presunte responsabilità di altri club. “Ma Ranucci non aveva detto avrebbe condotto inchieste e servizi anche su altre società di calcio? A tre giorni dall’udienza…mah!”, scrive un altro spettatore.

E ancora: “Se si vuol fare giornalismo serio, si parla approfonditamente di plusvalenze e di come abbiano drogato i bilanci delle società. Ci sono società di serie A che hanno il 90% dei bilanci formati da patrimonio giocatori. Ma fa più audience parlare della Juve. Non mi siete piaciuti”; “Mi aspettavo qualcosa di più per come era stata presentata (pompata) la trasmissione”.

Ci sono poi i giustizialisti spinti (“E dopo aver visto il servizio di Report sull’indagine Prisma, penso che l’unica soluzione per ripulire il calcio italiano sia l’abolizione del titolo sportivo della Juve e se vogliono ripartenza dai dilettanti sotto stretta vigilanza da organi esterni alla FIGC”) e chi invece minimizza spostando, come abbiamo già visto, il focus altrove (“Servizio fondato sul nulla… Report imbarazzante. Attendiamo il servizio su tutte le squadre di Serie A”).

La difesa della Juventus scatena un’ulteriore polemica

Ha fatto poi discutere la difesa della società letta in puntata in cosa al servizio, limitata ad una laconica frase quando la Juventus, pochi minuti dopo, ha poi pubblicato su Twitter una lettera un po’ più lunga in cui si ribatteva all’inchiesta su invito di Report. La cosa ha sollevato, tanto per cambiare, un altro polverone quando la redazione del programma ha pubblicato sul proprio profilo social, successivamente, le risposte della Juve in versione completa: “Quindi nella diretta tv è andato in scena cosa? Le risposte della società ‘alle vostre domande’ non erano degne di essere esposte in onda? La completezza dell’informazione dove sarebbe?”.

Chiosa in maniera invece diplomatica un altro utente: “Mamma mia come sono scontate le reazioni al servizio di Report. Gli juventini: ‘È fazioso, tutto inventato!’, gli altri: ‘Finalmente la verità, devono pagare!’. Nessuno che fa un ragionamento obiettivo e non accecato dal tifo. Che tristezza”.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE B:
Ascoli - Brescia
Reggiana - Sudtirol
Palermo - Ternana
Sampdoria - Cremonese
Lecco - Como
Catanzaro - Bari
Parma - Cosenza

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...