,,
Virgilio Sport SPORT

Indian Wells, Fognini cede a Tsitsipas: gara inquinata dalle polemiche

Fabio Fognini ha accusato l'avversario di coaching, ovvero di una violazione importante: la sua protesta inascoltata, duro confronto a fine partita tra i due

13-10-2021 11:47

Non rinuncia al gusto della polemica (forse giustificata in questa circostanza) Fabio Fognini. Così anche il tennista ligure, dopo Matteo Berrettini saluta il Masters 1000 di Indian Wells ai sedicesimi lasciando a Jannik Sinner il compito di onorare agli ottavi i colori italiani. Fognini, però, ha combattuto, disputato un tennis intelligente e forse anche migliore rispetto alla media e si è arreso solo al terzo set, dopo aver messo in seria difficoltà l’avversario, sfoderando i colpi migliori del repertorio. Il tutto offuscato dalla polemica per il presunto “coaching” del papà di Tsitsipas.

La provocazione che ha scaldato Fognini

Fabio Fognini ha dimostrato di poter impartire ancora lezioni di tennis, mettendo in seria difficoltà l’avversario non uno qualunque, ma Stefanos Tsitsipas. Dopo aver vinto il primo set 6-2, ha subito sulla distanza cedendo 6-3, 6-4 al greco (tra i migliori della sua generazione), uscendo di scena da Indian Wells ai sedicesimi e consentendo al rivale di accedere agli ottavi che lo vedrà scontrarsi con Alex De Minaur, l’australiano testa di serie numero 22 del torneo.

La polemica di Fognini per il coaching

Come dicevamo, al netto del risultato che parla e molto del livello del match, Fognini si è abbandonato a quelche polemica rivendicando una violazione del regolamento: nel finale dell’incontro infatti, l’azzurro si è lamentato pubblicamente con il giudice di sedia, sottolineando il “coaching” dell’angolo di Tsitsipas da padre del padre-allenatore (è vietato dare istruzioni ai giocatori durante i match professionistici). Il ligure, spazientito, si è rivolto all’ufficiale dicendo:

“Stanno giocando due contro uno. Digli di stare zitto”.

Un comportamento che, a parziale discolpa di Fognini, si è evidenziato a più riprese nel corso della stagione da parte del team padre-figlio e spesso criticato da molti colleghi (anche per i toilet-break tattici). Una protesta che però, oltre a innervosire il ligure, non ha sensibilizzato il giudice: l’arbitro ha ritenuto eccessiva la protesta, respingendo il richiamo di Fognini e riducendo l’episodio a un banale incoraggiamento.

Lo scambio di frecciate a fine partita tra Fognini e Tsitsipas

Ai saluti e alla stretta di mano finale, come di consueto a conclusione di un match di tennis, Fognini ha riacceso la questione con Tsitsipas che ha risposto all’italiano senza alimentare però altro. Cosa che l’italiano ha liquidato con un

“E’ stato divertente….ma tutto il tempo a parlare, lo sai meglio di me”, che non è stato affatto gradito dal greco.

Clicca qui per abbonarti e vedere losportlive su DAZN

VIRGILIO SPORT

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...