,,
Virgilio Sport

Europa League, albo d'oro. Tutte le vincitrici

L'elenco di tutte le squadre vincitrici della ex Coppa Uefa dal 1971 a oggi

19-05-2022 08:20

La Uefa Europa League è una competizione rivolta ai club che militano nei campionati europei. Istituita nel 2009 in sostituzione della vecchia Coppa Uefa, ne ha, però, mantenuto il trofeo.

Europa League, il percorso per arrivare ad alzare il trofeo

Per arrivare ad alzare il trofeo, il nuovo format, prevede tre turni eliminatori preliminari strutturati andata e ritorno e con eliminazione diretta. Si accede, così, alla fase a gironi, in cui le 10 squadre vincitrici del preliminare trovano le sei vincitrici della coppa nazionale delle sei migliori federazioni, le quinte classificate delle prime quattro federazioni e la quarta della quinta federazione. A queste si aggiunge la vincitrice della Uefa Conference League, se non qualificata alla Champions League.

I gironi sono otto da quattro squadre ciascuna e si disputano con gare di andata e ritorno. Al termine del gruppo, la prima qualificata accede agli ottavi, la seconda affronta la terza dei gironi di Champions nel playoff per gli ottavi. La terza classificata scende, invece, al playoff di Conference League da giocarsi contro una delle seconde classificate nei gironi. Conclusi i play off si disputano le fasi a eliminazione diretta con scontro andata e ritorno, fino alla finale in gara unica.

Detentrici e record nazionali

Considerando Europa League e Coppa Uefa, dal successo del Tottenham nel 1971 a quello dell’Eintracht Francoforte nel 2022, la competizione è stata vinta da ventinove squadre differenti. Sono quattordici i club che si sono laureati campioni in più di un’edizione.

La regina assoluta è il Siviglia, squadra spagnola capace di stabilire il record di tre vittorie consecutive e di mettere in bacheca ben sei trofei, in altrettante finali. Un traguardo che ha concesso il diritto di essere la prima squadra a poter esibire sulle proprie divise di gioco il multiple-winner badge, concesso a chi ha vinto per tre volte di fila la competizione (o cinque in totale).

Al secondo posto, con tre trofei, si piazzano Inter, Juventus, Liverpool, Atletico Madrid. Si fermano a due affermazioni Parma, Borussia Moenchengladbach, Tottenham, Real Madrid, Goteborg, Feyenoord, Porto, Chelsea, Eintracht Francoforte. Nella lista c’è anche il Napoli, che alzò il trofeo nella stagione 1988-1989, che inaugurò un periodo di grandi successi italiani, sei in sette edizioni consecutive, fino all’edizione 1994-1995, che incoronò il Parma. Ancora nessun successo di squadre italiane, invece, dal passaggio all’Europa League.

Il campionato con maggiori successi è la LaLiga spagnola (13), seguita da Premier League inglese e Serie A (9). Sul podio c’è la Bundesliga tedesca con sette trofei conquistati. La Ligue 1 francese è ancora al palo, con zero successi in cinque finali disputate.

Albo d’oro delle squadre vincitrici della Coppa Uefa

  • 1971-1972 – Tottenham (Inghilterra)
  • 1972-1973 – Liverpool (Inghilterra)
  • 1973-1974 – Feyenoord (Paesi Bassi)
  • 1974-1975 – Borussia Moenchengladbach (Germania)
  • 1975-1976 – Liverpool (Inghilterra)
  • 1976-1977 – JUVENTUS (Italia)
  • 1977-1978 – PSV (Paesi Bassi)
  • 1978-1979 – Borussia Moenchengladbach (Germania)
  • 1979-1980 – Eintracht Francoforte (Germania)
  • 1980-1981 – Ipswich Town (Inghilterra)
  • 1981-1982 – IFK Göteborg (Svezia)
  • 1982-1983 – Anderlecht (Belgio)
  • 1983-1984 – Tottenham (Inghilterra)
  • 1984-1985 – Real Madrid (Spagna)
  • 1985-1986 – Real Madrid (Spagna)
  • 1986-1987 – IFK Göteborg (Svezia)
  • 1987-1988 – Bayer Leverkusen (Germania)
  • 1988-1989 – NAPOLI (Italia)
  • 1989-1990 – JUVENTUS (Italia)
  • 1990-1991 – INTER (Italia)
  • 1991-1992 – Ajax (Paesi Bassi)
  • 1992-1993 – JUVENTUS (Italia)
  • 1993-1994 – INTER (Italia)
  • 1994-1995 – PARMA (Italia)
  • 1995-1996 – Bayern Monaco (Germania)
  • 1996-1997 – Schalke 04 (Germania)
  • 1997-1998 – INTER (Italia)
  • 1998-1999 – PARMA (Italia)
  • 1999-2000 – Galatasaray (Turchia)
  • 2000-2001 – Liverpool (Inghilterra)
  • 2001-2002 – Feyenoord (Paesi Bassi)
  • 2002-2003 – Porto (Portogallo)
  • 2003-2004 – Valencia (Spagna)
  • 2004-2005 – Cska Mosca (Russia)
  • 2005-2006 – Siviglia (Spagna)
  • 2006-2007 – Siviglia (Spagna)
  • 2007-2008 – Zenit San Pietroburgo (Russia)
  • 2008-2009 – Shakhtar Donetsk (Ucraina)

Albo d’oro delle vincitrici della Europa League

  • 2009-2010 – Atletico Madrid (Spagna)
  • 2010-2011 – Porto (Portogallo)
  • 2011-2012 – Atletico Madrid (Spagna)
  • 2012-2013 – Chelsea (Inghilterra)
  • 2013-2014 – Siviglia (Spagna)
  • 2014-2015 – Siviglia (Spagna)
  • 2015-2016 – Siviglia (Spagna)
  • 2016-2017 – Manchester Utd (Inghilterra)
  • 2017-2018 – Atletico Madrid (Spagna)
  • 2018-2019 – Chelsea (Inghilterra)
  • 2019-2020 – Siviglia (Spagna)
  • 2020-2021 – Villarreal (Spagna)
  • 2021-2022 – Eintracht Francoforte (Germania)

Dalla Coppa delle Fiere all’Europa League

Seconda competizione Uefa per prestigio, dopo la Champions League, l’attuale Europa League viene istituita nel 2009 in sostituzione della Coppa Uefa, sorta, invece, nel 1971 dalle ceneri della Coppa delle Fiere. Nel 1999, la Coppa Uefa ha inglobato la Coppa delle Coppe, accogliendo le squadre vincitrici delle coppe nazionali. Nel 2009, con l’istituzione dell’Europa League e la riforma del suo modello, l’Uefa ha puntato a spettacolarizzare la competizione, rendendola più appetibile per le tv, con un programma affine alla Champions League.

Come ci si qualifica al torneo

Per accedere all’Europa League è possibile percorrere diverse strade. La prima, riservata ai cinque maggiori campionati (Serie A, Premier League, LaLiga, Ligue 1 e Bundesliga) è quella di chiudere il proprio campionato appena dietro le posizioni che permettono di staccare il pass per la UEFA Champions League. Nel caso della Serie A, la qualificazione spetta, di conseguenza, alla quinta classificata.

Il secondo gettone (riservato alle migliori 15 federazioni) è concesso, invece, alla vincitrice della coppa nazionale. Come spesso accade, però, la squadra che solleva questo tipo di trofei (la Coppa Italia, nel nostro Paese) chiude la stagione in una posizione di classifica che dà l’accesso diretto alla Champions League. In tal caso, il pass per l’Europa League viene assegnato alla quinta e alla sesta squadra del campionato. Inoltre, a competizione iniziata, entrano in tabellone le eliminate dal secondo turno di qualificazione in poi della Champions League e, al termine dei giorni, le terze classificate della fase a gironi di Champions.

Infine, dalla stagione2021/2022 entra in gioco la variabile Uefa Europa Conference League, che concede la qualificazione diretta all’Europa League alla vincitrice dell’ultima competizione nata e targata Uefa. In questo caso, come successo con la Roma, vincitrice della prima edizione della Conference, il posto vacante creatosi nella fase a gironi viene riempito dalla vincitrice della coppa nazionale della federazione settima nella classifica della lista di accesso all’Europa League. Nel caso in cui, però, chi vince la Conference conquisti attraverso il proprio campionato un posizionamento valido per la Champions League, il suo posto per l’Europa League viene assegnato al club dello stesso campionato che chiude il campionato nel primo piazzamento valido.

Europa League, cause di possibile esclusione

Come per ogni altra competizione Uefa, è fondamentale che il club qualificati all’Europa League rispondano alle richieste economiche imposte dai regolamenti Uefa. In caso di situazione debitorie, il club può essere escluso dalla competizione, come successo al Milan nella stagione 2019/2020, con la qualificazione cancellata dalle violazioni al fair play finanziario. Al tempo stesso, eventi estranei al mondo del pallone possono provocare l’esclusione. L’esempio più eclatante riguarda i club della federazione russa, espulsi da ogni coppa per via del conflitto in Ucraina.

Il trofeo dell’Europa League

Disegnato dall’Italiano Silvio Gazzaniga e realizzato a Milano, nei lavoratori Bertoni, per la prima edizione del torneo, con i suoi 65 centimetri di altezza e la sua forma sinuosa posta su una base di marmo, l’iconico trofeo dell’Europa League presenta una decorazione con giocatori intenti a contendersi il pallone posto al centro della coppa e recante la dicitura Coupe Uefa.

FAQ

Quando è stata istituita l'Europa League?

L'Europa League è stata istituita nel 2009, andando a prendere il posto della Coppa Uefa.

Quante squadre prendono parte all'Europa League?

In tutto partecipano 32 squadre, di cui 28 alle qualificazioni

Quando e dove si giocherà la finale dell'edizione 2022/2023 di Europa League?

Sara la Puskás Aréna di Budapest (Bulgaria) a ospitare la prossima finale dell'edizione 2022/2023 di Europa Conference League. gara in programma il prossimo 31 maggio 2023

VIRGILIO SPORT

Leggi anche:

Caricamento contenuti...