Virgilio Sport

Inter-Verona, moviola: Fabbri da horror, il Var ne indovina solo una

La prova dell’arbitro a San Siro analizzata ai raggi X dall’esperto di Dazn Marelli e da Cesari, il fischietto ravennate ha espulso Lazovic del Verona

Pubblicato:

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

Doveva essere il sesto gettone stagionale in A per Piccinini, che era stato scelto dal designatore Rocchi per Inter-Verona. Non nuovo a dirigere le big (quest’anno ha arbitrato già Milan e Juve) il fischietto forlivese era atteso a una prova importante ma ha dovuto dare forfait ed è stato sostituito da Michael Fabbri. Il contestato varista di Genoa-Juve, che non vide il rosso a Malinovskyi e il mani in area di Bani, era stato già riabilitato ma ieri a San Siro è andata ancora peggio, con la complicità di Nasca al Var.

I precedenti di Fabbri con l’Inter

Erano 11 i precedenti con il direttore di gara ravennate per i nerazzurri, che vantavano un bilancio favorevole: 8 vittorie, 1 pareggio e 2 sconfitte. L’ultimo incrocio era recente, e risaliva allo scorso 28 agosto, seconda giornata di campionato: vittoria 0-2 in casa del Cagliari.

Fabbri ha ammonito due giocatori e ne ha espulso uno

Coadiuvato dagli assistenti L.Rossi e Cipressa, con Gualtieri IV uomo, Nasca al Var e Di Vuolo all’Avar, l’arbitro ha ammonito due giocatori, entrambi del Verona, e ne ha espulso uno sempre dell’Hellas. Ammoniti: Suslov (V), Coppola (V). Espulsi: Lazovic (V). Recupero 1′ e 9′;

Inter-Verona, i casi dubbi

Questi i principali episodi da moviola. Nella ripresa annullato un gol di Lautaro Martinez per un fuorigioco millimetrico di Acerbi, autore dell’assist. Successivamente al 74’ Arnautovic nella metà campo gialloblù a contrasto con Magnani: il difensore del Verona strattona l’avversario con l’austriaco che ha la peggio cadendo a terra. Fabbri lascia proseguire osservando l’azione da pochi passi, evidenziando di lasciar proseguire dopo il recupero del Verona. Un recupero da cui parte il contropiede e che porta il team ospite a pareggiare con Henry: timide proteste dell’Inter per un presunto fallo a inizio azione su Arnautovic, check del VAR ma l’intervento è regolare e la rete del Verona viene convalidata.

Al 93’ proteste sul gol di Frattesi per un contatto precedente tra Bastoni e Duda in area del Verona, il centrocampista ospite lamenta una gomitata da parte del difensore dell’Inter. Check del VAR, le immagini evidenziano il contatto ma la rete viene convalidata. Per proteste viene espulso Lazovic. Al 100’rigore per il Verona con il VAR: Darmian colpisce Magnani sul piede, l’arbitro Fabbri viene richiamato all’on field review e assegna il penalty.

Per Marelli gol Frattesi era da annullare

A fare chiarezza è Luca Marelli. L’esperto di Dazn parte dal primo caso: “Sull’azione del primo gol di Henry l’Inter chiede un fallo di Magnani su Arnautovic, ma si trattengono entrambi i giocatori. Non c’è nulla da eccepire”. Poi sull’episodio-chiave spiega: “Rete sulla quale si discuterà molto. C’è un fallo di Bastoni su Duda, con il difensore dell’Inter che lo guarda e gli dà una gomitata. Il giocatore dell’Hellas accentua molto ma la cosa non cambia. Questa rete doveva essere annullata per il fallo di Bastoni su Duda. Bastoni non guarda più il pallone, guarda solo l’avversario e gli rifila una gomitata, non particolarmente forte ma c’è fallo. L’APP è la stessa, Bastoni colpisce poi la traversa. Ci sarebbe dovuta essere l’OFR con annullamento della rete e giallo per Bastoni. Rigore Verona? Chi arriva prima ha ragione. È un calcio di rigore codificato».

Cesari boccia il Var Nasca

Secondo Graziano Cesari l’operato di Nasca, che era al Var, è da bocciare: “Quando Bastoni esce dall’area di rigore si vede chiaramente una gestualità col braccio – le parole dell’ex arbitro a Sportmediaset -. Fabbri non poteva vederlo, il Var doveva intervenire. Il fatto che successivamente sia stata colpita una traversa e dunque sia cominciata una nuova azione non conta: se c’è un grave fallo di gioco, o condotta violenta come in questo caso essendo il pallone lontano, bisogna annullare il gol”.

Cesari ha però più di un dubbio anche sulla rete dell’1-1 firmata da Henry, scaturita da un contrasto Magnani-Arnautovic: “Arnautovic afferra inzialmente la maglia di Magnani, ma quando l’austriaco cade entrambe la mani di Magnani sono sulla sua schiena e in questi casi di solito viene fischiato il fallo. Anche qui, doveva intervenire il Var”.

Corretta invece la chiamata del Var sul rigore per l’Hellas, poi fallito dallo stesso Henry: “Assolutamente corretto fischiare il penalty per il fallo di Darmian su Maignan, finalmente una chiamata giusta da parte del Var, che resta però bocciato totalmente”.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...