Virgilio Sport

Cambiaso conquista la Juve: il ruolo che gli chiesto Allegri, l'idolo Cancelo e il grazie a Mihajlovic

Reduce dal prestito al Bologna, Cambiaso ha stregato Allegri durante la tournée negli Stati Uniti: "Mi ha chiesto di giocare sia a destra che a sinistra. Spero di restare a lungo"

10-08-2023 15:22

Domenico Esposito

Domenico Esposito

Giornalista

Da vent’anni in campo e sul campo per vivere ogni evento in tutte le sue sfaccettature. Passione smisurata per il calcio e per la sfera di cuoio. Il pallone è una cosa serissima, guai a dirgli di no

Chi ha detto che il calcio d’agosto non conta nulla? Andrea Cambiaso, ad esempio, ha sfruttato appieno la chance che la Juventus gli concesso con la tournée negli Stati Uniti per conquistare Max Allegri. Il terzino ex Genoa reduce dal prestito al Bologna è stato presentato oggi, proprio a conferma del fatto che non si muoverà da Torino. “Spero di restare qui il più a lungo possibile” ha detto il classe 2000 che ha confessato di ispirarsi a João Cancelo.

Duttile e talentuoso: così Cambiaso si è preso la Juventus

Tra le caratteristiche di un calciatore maggiormente apprezzate dagli allenatori vi è senza alcun dubbio la duttilità. Con De Sciglio out, Cambiaso può rivelarsi prezioso per il tecnico livornese, perché in grado di giocare su entrambe le fasce. “Il mister mi ha chiesto di esprimermi al meglio, sia a destra che a sinistra, di aiutare la squadra e di essere più determinante facendo assist e gol” ha spiegato. Nessun problema riguardo al passaggio alla difesa a cinque. “Ormai si ragione più sugli spazi che sui moduli. A Genova avevo già giocato così all’inizio: penso di potermela cavare bene”.

Cambiaso, la gavetta e il suo idolo che ha indossato la maglia della Juve

Nessuno ha regalato nulla a Cambiaso. L’approdo in Serie A è frutto di impegno, sacrifici, dedizione. E di una scalata partita dalla Serie D, sebbene di proprietà del Genoa. E, si sa, senza qualità in alto non ci si arriva. Dall’Albissola alla Juventus, passando per Savona, Alessandria, Empoli, (finalmente) Genoa e Bologna. “Giocare in Serie D e scalare le categorie mi è stato molto utile – ha spiegato -. Credo mi abbia rafforzato a livello caratteriale, facendomi venire tanta fame”. L’idolo? “Mi ispiro a Cancelo, mi piaceva molto vederlo giocare”.

Juve, Cambiaso fissa gli obiettivi e non dimentica Mihajlovic

Il laterale ligure ha le idee chiare: “Questa maglia ha un peso diverso da quelle delle altre squadre, spero di restare qui il più a lungo possibile. Credo di dover migliorare ancora specialmente nella fase difensiva, ma intendo contribuire servendo i compagni con tanti assist” ha detto Cambiaso, che ha ringraziato Sartori, Mihajlovic, che lo hanno voluto l’anno scorso a Bologna, e Thiago Motta, poi subentrato al compianto allenatore serbo.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...