,,
Virgilio Sport SPORT

Juve, due casi riaccendono le speranze dei tifosi

I fan bianconeri si affidano alla crisi del Napoli e alla “situazione tamponi” in casa Lazio per sperare di rientrare nella corsa scudetto

Due casi per riaccendere le speranze. La Juventus non ne vuole sapere di mollare lo scettro della serie A. La squadra di Andrea Pirlo deve recuperare terreno al Milan ma soprattutto all’Inter ma ci sono ancora tante partite da giocare da qui alla fine della stagione. 

E a dare una mano alla sorte dei bianconeri ci potrebbero essere anche le “disgrazie” altrui. La Juventus infatti deve recuperare la gara con il Napoli, la famigerata partita che non sia è giocata a causa delle disposizioni dell’ASL Napoli 1 e che dopo un lungo procedimento della giustizia sportiva è stata rinviata (dopo l’iniziale 3-0 a tavolino per la Vecchia Signora). Un match che almeno sulla carta non sembra rappresentare una grande difficoltà. Nonostante la sconfitta della settimana scorsa proprio contro gli azzurri, la squadra di Gattuso sta affrontando una terribile crisi di gioco e di risultati. 

La situazione Lazio

Ma una nuova vicenda potrebbe scuotere il calcio italiano e riguardare da vicino anche la Juventus e si tratta della situazione che sta vivendo la Lazio. Il giornalista Nicolò Schira spiega il caso: “La Lazio è stata deferita a titolo di responsabilità diretta, oggettiva e propria per la questione tamponi. Rischia penalità e sconfitta a tavolino contro Torino e Juventus. Udienza di Lotito il 16 marzo al tribunale federale. Alla Lazio viene contestata la violazione dell’articolo 4.1 del codice di giustizia sportiva. Se dovesse essere acclarato un caso di illecito, il club rischia la sconfitta a tavolino per aver utilizzato/convocato giocatore che dovevano essere messi in isolamento”. 

La reazione dei social

Il caso che riguarda la Lazio sta creando grande eco sui social: “Anche se gli danno le sconfitte a tavolino, ci penserebbe Frattini e il Coni a toglierglieli. Inutile sperarci. Noi dobbiamo vincere sul campo e basta. Non c’è altro modo”. Mentre Miriam ironizza: “State sereni, la partita con la Juve non verrà mai data a tavolino. Piuttosto levano i punti alla Juve perché si è presentata”. Ci sono però anche tifosi che non vogliono sentir parlare di vittorie a tavolini: “Da juventino che era allo stadio in Rimini-Juventus rifiuto questi due punti di cartone che ci verrebbero assegnati, siamo sempre stati coerenti nell’accettare i risultati del campo e dovremmo continuare a farlo”. 

Mentre c’è chi crede che la decisione della sconfitta a tavolino contro la Juve sia inevitabile: “Non ci resta che aspettare. Il caso riferito a Lazio-Juve paradossalmente è più schiacciante e indifendibile, seppur meno grave, riaspettò alla situazione creatasi in Torino-Lazio. La positività di Anderson infatti era nota e comunicata correttamente all’asp di riferimento ed il giocatore avrebbe dovuto osservare un isolamento dal gruppo squadra di 10 giorni secondo il protocollo mentre la Lazio lo ha inserito in distinta dopo soli 9 giorni. L’errore è palese e indifendibile in sede di giudizio, da qui lo 0-3”. 

SPORTEVAI | 24-02-2021 08:32

Juve, due casi riaccendono le speranze dei tifosi Fonte: Ansa

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...