,,
Virgilio Sport SPORT

Juventus, arriva la risposta di Pep Guardiola

L'allenatore del Manchester City chiarisce definitivamente il proprio futuro.

Anche la prima settimana di giugno è trascorsa senza che la Juventus abbia ufficializzato il nome del nuovo allenatore. La panchina che per cinque anni è stata occupata da Max Allegri è ancora vuota e nonostante da più parti il nome di Maurizio Sarri sia indicato come il favorito, l’ufficializzazione tarda ad arrivare e anzi da giorni si rincorrono voci sul possibile, clamoroso arrivo a Torino di Pep Guardiola.

Il domino sarebbe già pronto, con Mauricio Pochettino che si sposterebbe dal Tottenham al Manchester City liberando così il tecnico catalano per la Juventus. I tifosi della Juventus sognano, ma mentre Sarri aspetta si registra un nuovo intervento dello stesso Guardiola, che attraverso il profilo Twitter del City ha spazzato via le voci sul suo addio ai Citizens, a dispetto delle voci sulle possibili sanzioni a carico della squadra per il mancato rispetto del Fair Play Finanziario, con possibile esclusione dalla prossima Champions League.

Sentendo le parole dell’ex allenatore del Barcellona, le speranze della Juventus sono pari a zero: “Penso che non ci sia posto migliore nel mondo per fare questo mestiere come l’Inghilterra”.

“Questo momento siamo uno dei gruppi più felici al mondo – ha aggiunto Guardiola – è incredibile quello che abbiamo fatto. È stato uno dei risultati più importanti della mia carriera, specialmente per come è arrivato. Prima che arrivassi la gente diceva sempre che la Premier League è il campionato più difficile e quando sei qui capisci perché. C’è un calendario fittissimo, gli avversari sono di grandissima qualità, è un torneo molto fisico, bisogna giocare in condizioni meteo particolari”.

Guardiola, che pure conosce bene il calcio italiano per aver giocato con Roma e Brescia, non risparmia poi critiche alla mentalità del football tricolore: “Posso fare un paragone con Spagna e Germania. Non sono stato in altri Paesi che potrebbero essere simili. Se dovessi andare in Italia, sarebbe simile alla Spagna, ma non c’è posto migliore. In altri posti i tifosi fischiano se non vinci, qui il tifo non viene mai meno. Io ho una maglia blu, sono uno di voi”.

SPORTAL.IT | 07-06-2019 19:51

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...