Virgilio Sport

Juventus, clamorosa bordata di Capello sull'Inter e Calciopoli

L'ex allenatore bianconero è durissimo e appoggia il ricorso della Vecchia Signora.

Pubblicato:

Juventus, clamorosa bordata di Capello sull'Inter e Calciopoli Fonte: 123RF

A tredici anni di distanza Calciopoli fa ancora discutere. Questa volta è Fabio Capello a rinfocolare la polemica commentando la decisione della Juventus di fare ricorso al Collegio di Garanzia del Coni dopo l‘assegnazione dello scudetto 2006 all’Inter.

L’ex allenatore bianconero, che nel 2005/2006 era al timone della Vecchia Signora, non risparmia parole durissime: “È stata una comica averlo assegnato all’Inter, una cosa nettamente ingiusta. Non sono stati rispettati i tempi e le regole non è stata data la possibilità alla giustizia sportiva di operare correttamente. Guido Rossi (commissario straordinario della Figc all’epoca ndr.) agì troppo frettolosamente”.

A Radio Anch’io Capello ha parlato anche di Gonzalo Higuain: “A Higuain è rimasto dentro quel rigore sbagliato con la Juventus, da allora non è stato più lui. È un altro giocatore, ha perso intensità, restando più lontano dalla porta. Non so cosa gli è successo. Speriamo per il Milan che ritorni ad essere l’Higuain che tutti conosciamo. Fase calante della sua carriera? La qualità è sempre importante, fisicamente c’è un calo però l’intelligenza tattica e la capacità di essere presente nel posto giusto al momento giusto la si vede sempre, anzi si migliora”.

Per quanto riguarda il razzismo, Don Fabio ha una proposta: “I giocatori dovrebbero sedersi in campo, e contro di loro non dovrebbero essere decise sanzioni. In questa maniera si aiuterebbe il pubblico sano, quelli che vogliono vedere giocare, e si spingerebbe quelli che fanno i buu a smettere e vergognarsi di quello che stanno facendo. L’Italia è l’unico posto dove ci sono gli ultras che comandano e i giocatori vanno a salutarli. Si dà troppa importanza a queste persone. Sono importanti l’85-90% delle persone che vengono allo stadio, non questi signori con striscioni, slogan e il potere ottenuto dalle società”.

Chiosa sul ct Roberto Mancini: “Mancini ha fatto un buon lavoro mettendo alla prova i nuovi talenti italiani, ci vuole più coraggio per farli giocare i giovani e ora sembra che il coraggio sia arrivato”.

SPORTAL.IT

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...