,,
Virgilio Sport SPORT

Juventus, contro la Fiorentina è un vero naufragio: 3-0 viola a Torino

All'Allianz Stadium segnano Vlahovic e l'ex Caceres, nel mezzo il goffo autogol di Alex Sandro: e la classifica bianconera preoccupa.

Juventus-Fiorentina finisce 0-3, con i viola che si allontanano dalle paludi di fondoclassifica. Chi vive un vero e proprio incubo sono però i bianconeri, che a poche ore dalla decisione del Collegio di Garanzia del Coni che ha annullato la vittoria a tavolino sul Napoli si ritrovano improvvisamente a -7 dal Milan, -6 dall’Inter e a pari punti con Roma e proprio Napoli. Che però ancora devono giocare.

Pirlo sceglie il 4-4-2 e deve rinunciare a Rabiot per le conseguenze delle decisioni su Juventus-Napoli: titolare è quindi Ramsey, mentre in avanti sono ancora Cristiano Ronaldo e Morata a fare coppia. Dybala deve partire dalla panchina. Dall’altra parte Prandelli risponde con un prudentissimo 5-3-2. Ma la qualità non manca, da Ribery a Vlahovic, da Castrovilli alla sorpresa Borja Valero.

E la Fiorentina sorprende a freddo la Juventus, portandosi in vantaggio al 3′ su un perfetto contropiede: Ribery taglia come il burro la retroguardia bianconera lanciando nello spazio Vlahovic, che si presenta davanti a un tentennante Szczesny e lo batte con un dolcissimo scavetto.

Cristiano Ronaldo prova a scuotere la Juventus, che però è distratta e tramortita. Su leggerezza di Bonucci per poco Vlahovic non concede il bis. Poi al 18′ arriva addirittura il rosso diretto per Cuadrado, punito dal Var dopo un durissimo intervento su Castrovilli.

Rimasta in dieci, la Juventus trema sull’iniziativa proprio di Castrovilli (stavolta è fondamentale Szczesny). Dall’altra parte è solo Cristiano Ronaldo a tentare la conclusione: ma l’attento Dragowski gli dice due volte di no.

Proprio CR7 regala gli ultimi due squilli in avvio di ripresa: prima va in gol, ma La Penna annulla per fuorigioco. Poi si lamenta per un possibile rigore, ma l’arbitro fa proseguire.

La Juventus, già in difficoltà, crolla di schianto nell’ultimo quarto d’ora: in campo c’è Bernardeschi e non Dybala, ma il disastro è opera di Bonucci e Alex Sandro. I due pasticciano sul traversone di Biraghi e la deviazione del brasiliano si tramuta in autogol al 76′.

Non basta, perché all’81’ l’ex spietato Caceres firma il tris e nel finale si infortuna anche De Ligt. La ciliegina sulla torta di una notte da dimenticare per la Juventus.

OMNISPORT | 22-12-2020 22:41

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...