Virgilio Sport

Juventus, la rivoluzione di Allegri: Pogba cambia ruolo, quante novità, ecco come giocherà

Nonostante le continue voci di addio sta nascendo la nuova Juventus di Allegri che vorrebbe far tornare protagonista Paul Pogba, al centro del progetto, con un nuovo ruolo più offensivo. Ecco come giocherà la nuova Juve...al Max!

15-06-2023 11:10

Luca Fusco

Luca Fusco

Giornalista

Giornalista multimediale. Quando si accendono i motori, lui sgasa, impenna, derapa. E spesso e volentieri finisce sul podio

Altro che dimissioni, altro che esonero, altro che Arabia Saudita. Massimiliano Allegri ha in testa solo la Juventus. E sta già pensando Juve che verrà. Nonostante le vacanze, i ponti d’oro arabi e tutte le critiche continue al soldo dell’#AllegriOut, Max starebbe varando l’ennesima rivoluzione in seno alla sua squadra, un po’ per necessità, un po’ per virtù, o almeno così spera visto il momento difficile del club bianconero privato anche degli introiti Champions nella prossima stagione. E allora come giocherà la sua Juventus nella prossima stagione? Tra tutte le novità previste, anche una nuova posizione per Paul Pogba.

La Juventus che verrà: Allegri crede in Pogba, nuovo ruolo

Un Paul Pogba protagonista e al centro della nuova Juventus 2023/24. Una professione di fede per tutto il mondo juventino, a partire ovviamente da Max Allegri che crede, spera, prega, affinchè il centrocampista francese abbia chiuso con i problemi fisici e dopo l’operazione al ginocchio che risale oramai a un anno fa, tutte le peripezie muscolari dal suo rientro, possa dopo un’estate di lavoro tornare tonico e pronto a una stagione finalmente da giocatore a tempo pieno. Stesso discorso, sulla falsariga per Federico Chiesa che dopo una stagione di recupero post infortunio e prestazioni tra alti e bassi ha chiuso bene, con due gol, e si candida per tornare agli antichi splendori.

Allegri sta seriamente pensando a un Pogba trequartista. Una maglia numero 10 a tutti gli effetti sulla spalle del francese. Allegri lo vorrebbe portare a ridosso delle punte, smarcandolo anche dai compiti di interdizione tout court che avevano contraddistinto la sua prima avventura juventina e che lo avevano consacrato al mondo. Max ne vuole valorizzare le doti tecniche, fisiche, un po’ alla Milinkovic Savic nella Lazio viste anche le doti di finalizzatore del Polpo.

Fonte:

Juventus 2023/24: formazione e modulo, Allegri vara il 4-3-1-2

A delineare la Juventus del futuro, dell’ennesima rivoluzione “Allegriana” ci ha provato Tuttosport che ha provato a disegnare la squadra che sta nascendo tra ipotesi e voci di mercato, obiettivo e organico a disposizione. Allegri vuole ripartire da un modulo a lui caro il 4-3-1-2, con Pogba dietro le punte, che ad oggi sarebbero Vlahovic e Chiesa e centrocampo aggressivo. In difesa Danilo a destra, Bremer e Gatti centrali (Rugari e Bonucci alternative) e il tendem Parisi-Kostic a sinistra con il dubbio sulla permanenza di Alex Sandro. A centrocampo in attesa di capire il futuro di Rabiot in scadenza, Fagioli e Locatelli saranno le solide basi da cui ripartire provando il colpo Frattesi e contando sul rientro di Rovella. E poi, detto di Pogba “sano” dietro le punte, il rebus attacco ancora tutto da definire con Vlahovic e Chiesa, un giorno con la valigia e l’altro no, Milik in bilico tra Lazio e Juve e Kean un po’ perso nei suoi atteggiamenti extra calcistici.

Juve, quante novità: in campo e non solo

L’aria di novità che aleggia intorno alla nuova Juventus del prossimo anno non si fermerà solo al campo nella speranza di ritrovare la competitività persa, in parte, nelle ultime due stagioni comunque concluse classifica alla mano sempre in zona Champions. Sicuramente cambierà qualcosa nello staff tecnico. Dopo l’addio di Paolo Bianco, destinazione panchina del Modena. Allegri e la società stanno valutando, secondo Tuttosport, se sostituire la sua figura nello staff tecnico al momento composto dai fedelissimi di Max, Landucci, Dolcetti, Trombetta e Padoin al fianco.

Fonte: Getty Images

Altro discorso riguarda lo staff medico finito sotto la lente d’ingrandimento dopo l’ennesima stagione ricca di infortuni, alcuni traumatici, altrettanti muscolari. La Juve ha salutato per fine contratto il dottor Nikos Tzouroudis. Il successore ancora non è stato annunciato, ma potrebbe esserci la promozione interna di Marco Freschi, che si è occupato in prima linea della supervisione dell’operazione alla clavicola destra di Fagioli dopo l’infortunio nella semifinale di Europa League con il Siviglia.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...