,,
Virgilio Sport

La carica di Enea Bastianini in vista del Gp di Motegi

"La prima cosa da fare è quella di essere subito competitivo in qualifica: sono pronto"

22-09-2022 12:43

La carica di Enea Bastianini in vista del Gp di Motegi Fonte: Getty images

Difficile, difficilissimo, ma ancora possibile. Le speranze di vincere il campionato del mondo di MotoGp per Enea Bastianini sono ormai pochissime, ma nulla va lasciato al caso, soprattutto in questo finale di stagione e in particolar modo sulla pista di Motegi, teatro del prossimo Gp giapponese.

Il vincitore dell’ultimo GP di Aragon va ovviamente a caccia di un altro successo: l’obiettivo principale ora è quello di provare a tenere in vita le sue residue chance di titolo, nonostante i 48 punti che lo separano dal leader Fabio Quartararo a cinque gare dalla fine.

“Ovviamente sono molto felice del mio ultimo weekend ad Aragon e non potrebbe essere altrimenti. Forse è stato uno dei migliori della mia vita, ero molto veloce già dal venerdì ed è importante per noi. Ora siamo qui a Motegi, che ha un tracciato bellissimo ricco di frenate molto decise come piace a me. Immagino che sarà un weekend tosto, perché non ho mai girato qui con una MotoGP e dovrò utilizzare le FP1 per imparare dai piloti con maggiore esperienza“, queste le parole nella consueta conferenza stampa del giovedì, di Enea Bastianini, del Team Gresini.

Bastianini ha ben chiaro in mente come fare bene e sa cosa fare per essere protagonista. “La prima cosa da fare è quella di essere subito competitivo in qualifica. Questa è la chiave della MotoGP e sono pronto. Non so se sia un vantaggio il fatto di non aver mai provato una MotoGP qui, dal 2019 le moto sono sicuramente cambiate tanto, c’è più aerodinamica, abbiamo l’abbassatore posteriore, ma in ogni caso non ricordo molto della gara in Moto2 nel 2019. Comunque sono pronto“.

Poche le possibilità di riaprire il campionato. Questo la “Bestia” lo sa bene, ma nonostante ciò, è carico e stimolato a fare bene. “Possibilità di vincere il Mondiale? Purtroppo poche. Però vedremo cosa succederà in futuro. L’importante è fare gare fatte bene, come a Misano e ad Aragon. Dopo la pausa estiva ho fatto un bel passo avanti, sin dall’inizio del weekend, questo è importantissimo per noi. Cerco di dare il meglio ogni settimana per essere competitivo nel campionato“.

Leggi anche:

Caricamento contenuti...