Virgilio Sport

La gaffe di Andrea Abodi sul coming out di Jankto scatena la bufera sul web

Il Ministro dello sport parla di "ostentazione" per la decisione del giocatore del Cagliari di rivelare la sua omosessualità

10-07-2023 12:19

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

Non bastava qualche commento sui social da dimenticare: la notizia del ritorno in serie A di Jankto, l’ex Samp e Udinese – nuovo acquisto del Cagliari di Ranieri con cui aveva giocato le sue migliori stagioni con la maglia blucerchiata, ha riproposto antichi clichè dopo la decisione del giocatore che lo scorso febbraio ha fatto coming out rivelando la propria omosessualità. Tutto però ci si poteva aspettare fuorché che fosse anche il Ministro dello sport Abodi a commettere una gaffe parlando del caso.

Jankto era stato accolto bene dai tifosi del Cagliari

La maggioranza dei tifosi sardi aveva già dato il benvenuto al giocatore, che pure aveva fatto capire che in Italia era più difficile parlare apertamente di questi argomenti. Oggi però, Andrea Abodi, ministro per lo Sport e i giovani, intervenuto durante “24 Mattino” su Radio 24 rispondendo sul ritorno in Italia del giocatore, è scivolato su una buccia di banana.

Abodi parla di ostentazione riferendosi a Jankto

Queste le sue parole: “La società probabilmente, in generale, ancora qualche passo in avanti può farlo. Per quanto mi riguarda è prima di tutto una persona e secondo è un atleta. Non faccio differenze di caratteristiche che riguardano la sfera delle scelte personali”

“Se devo essere altrettanto sincero non amo, in generale, le ostentazioni, ma le scelte individuali vanno rispettate per come vengono prese e per quelle che sono. Io mi fermo qui”.

Tifosi indignati per le parole di Abodi su Jankto

Fioccano le reazioni sui social: “Questo è davvero tutto scemo, povero sport italiano”, oppure: “Un altro dinosauro che invece di stare zitto e tenersi le cose per sé dice la sua” e poi: “Abodi si vergogni. Il coming out non è un’ostentazione figurarsi in un ambiente come quello calcistico in cui si configura come un vero e proprio atto di coraggio che fa solo bene all’ambiente sportivo.”

C’è chi scrive: “Ostentazioni? Ostentazioni??? Ma ci rendiamo conto che facciamo campagne per l’inclusione e poi ai vertici mettiamo personaggi che fanno queste uscite? Senza parole” e anche: “ogni volta che apre bocca deve dire sciocchezze?? Adesso fare coming out è diventata “ostentazione”?? Ma mi faccia il piacere… poi mi fa ridere definisca “scelta individuale”, non è una scelta… Jankto è nato così, si è solo scoperto dopo!”

Il web è scatenato: “È l’ignoranza che non andrebbe ostentata” e poi: “Concordo, l’ostentazione di ottusità e bigottismo sono da condannare fermamente. Spero che le istituzioni calcistiche comincino a fare qualche passo culturale in avanti. Anche per dare un esempio ai tifosi magari…” e infine: “Allora i calciatori che postano foto e video dei loro matrimoni non li apprezza”

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Roma - Torino
Fiorentina - Lazio

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...