,,
Virgilio Sport SPORT

La Juventus rischia grosso ma non è la sola: scoppia la bufera sul web

L'inchiesta sul club bianconero fa tremare tutto il calcio italiano ma sui social la gente pensa che finirà tutto a tarallucci e vino

28-11-2021 09:00

Il day after la bufera giudiziaria che si è abbattuta sulla Juventus è diviso tra rabbia, confusione e amarezza. L’accusa ad Agnelli e Nedved è di essere stati consapevoli del sistema delle plusvalenze. Sotto osservazione perché considerate anomale quasi tutte le operazioni degli ultimi tre anni tanto che ieri il ds Cherubini è stato ascoltato dal pm per 10 ore. Il club sostiene di avere agito in modo corretto. La giustizia sportiva dovrà però aspettare la fine dell’indagine di Torino e le carte dei pm prima di muoversi. La Juventus rischia da una multa all’esclusione dal campionato a seconda delle prove ma in passato i casi plusvalenze sono stati difficili da dimostrare. L’inchiesta sulla Juventus però fa tremare tutto il calcio italiano. Nel mirino anche i club che hanno concluso affari con il club torinese considerati anomali, senza dimenticare che la Covisoc ha segnalato decine di operazioni anche di altre società, come il Napoli per il caso Osimhen.

I tifosi non credono a pene esemplari

Circola scetticismo in rete sulle possibili conseguenze reali: “Macché tremare, il calcio in Italia è religione, è il Colosseo moderno. Non fallirebbe nemmeno se sparissero tutti i campi di gioco. Finirà a tarallucci e vino, come sempre, per mandare avanti il baraccone” o anche: “Parlare di processo al calcio italiano ha senso solo se si considera che la Juventus in questi anni si è circondata di una vera e propria corte dei miracoli tra serie A e leghe minori per “gestire” e far girare oltre 100 “giocatori professionisti”. Se no è fare “ammuina” gratuita”

C’è chi osserva: “Generalizzazione intollerabile tutti colpevoli tutti assolti. Ci sono club che hanno fatto sistema, con complicità di club satelliti. Club che hanno avuto bisogno di deroghe per iscriversi alla serie A e per non rispettare scadenze. Ci sono club che non hanno usato questi metodi” e ancora: “Spero che dopo questa storia cessi anche la balla del valore economico non stimabile di un calciatore che i club utilizzano per fare come pare a loro. Altrove esistono studi di settore che stimano consumi/reddito su valori di esperienza. Il calciomercato ha 50 anni di esperienza” e infine: “Da anni va avanti una pratica bilancistica criminale. Nel colpevole silenzio dei media e degli enti preposti al controllo. Unica cosa interessante? Perché il coperchio è stato sollevato adesso?”

SPORTEVAI

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...