,,
Virgilio Sport SPORT

La rivincita di Pistocchi sulla Juve scatena bufera social

Il momento difficile dei bianconeri visto da diverse angolazioni

E’ presumibile che, sotto sotto (ma neanche tanto), aspettasse da tempo questo momento: vedere Pirlo sempre più in difficoltà alla guida della Juve. Maurizio Pistocchi si prende la sua rivincita ora, ma non per una questione legata all’essere anti-Juve, bensì per la sua venerazione nei confronti di Sarri che ha sempre elogiato ed ammirato e per il cui esonero era rimasto malissimo.

Pistocchi ricorda il massacro di Sarri

Su twitter il giornalista di Mediaset scrive: “Dal calcio liquido a quello inguardabile, ma non è tutta colpa di Pirlo: ha sbagliato formazione e approccio alla gara, ma se batte il Napoli è 3^ e con tutti i titolari può ancora lottare per il titolo. La colpa è di chi ha massacrato Sarri, e chiamato maestro un debuttante”.

I tifosi della Juve non rimpiangono Sarri

Non trova però sponda favorevole in parecchi tifosi bianconeri il pensiero nostalgico di Pistocchi: “Sarri è stato un’agonia. Ha vinto lo scudetto per inerzia e ha perso tutto il resto. Inoltre il giuoco della Juve di Sarri era osceno” o anche: “Sarri ha fatto peggio di Allegri con una squadra nettamente più forte. E grazie anche al covid ha vinto uno scudetto che a marzo era a metà strada tra Roma e Torino”.
Anche l’ironia su Pirlo viene mitigata: “Maestro era il soprannome di Pirlo. Ecco perché la stampa lo ha chiamato così. Non ci vuole un genio per capirlo. La colpa è di chi massacrava Allegri per essere uscito dalla Champions con una formazione che annoverava Rugani tra i titolari, pensando che la Juve fosse più forte” oppure: “Se assumi un direttore e questo viene odiato da tutto (e dico tutto) il team al punto da rischiare dimissioni di massa, va mandato via. Se poi a un errore si rimedia con un altro errore (mettere un debuttante al suo posto), andrebbe mandato via anche chi fa certe scelte”.
C’è chi osserva: “Anche Mr Sarri ha molte colpe. Un carattere mai elastico, mai flessibile. Troppo arroccato e troppo duro. Non parlo di gioco, ma del suo ruolo in qualità di manager sportivo” e infine c’è chi dà ragione a Pistocchi: “Pirlo farà male e rischia di bruciarsi la carriera così come fece Pippo Inzaghi. La colpa è di chi l’ha scelto. Come se l’azienda Ferrero un giorno decidesse di licenziare il direttore marketing, antipatico, ma con anni di esperienza, per mettere al suo posto un neo laureato”.

SPORTEVAI | 19-01-2021 11:18

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...