,,
Virgilio Sport SPORT

La svolta di Federica Pellegrini: inizia la nuova vita da dirigente

Federica Pellegrini entra in Commissione atleti, è membro della Giunta e del CIO: fino al 2028 l'ex campionessa di nuoto sarà nella stanza dei bottoni

Federica Pellegrini ha chiuso la sua carriera agonistica esattamente come voleva. Forse manca l’ultima medaglia individuale, ma quanto conquistato dalla campionessa olimpica a Tokyo trascende il mitologico nella storia del nuoto italiano e mondiale: Fede è stata la nuotatrice più vincente della sua generazione e ha incarnato la contemporaneità nel dilettarsi con la moda, con la televisione e anche nell’esplicita ammissione dei propri limiti e delle sue paure. Il 14 settembre tutto questo apparterrà alla Pellegrini del passato, perché il presente è altro: si avvia la sua carriera di dirigente sportiva e si inizia a Roma, Palazzo H, in Giunta Coni come ricorda Repubblica.

Che cosa cambia nella carriera di Federica Pellegrini

Ma che cosa farà, concretamente, Federica? Di che temi e di quali istanze si occuperà in questa veste inedita e che la proietterà verso nuove responsabilità a livello dirigenziale?  A rispondere, in parte, a questi quesiti comuni è stato il presidente del Coni.

Giovanni Malagò, che aveva degli obiettivi ambiziosi alla vigilia delle Olimpiadi di Tokyo 2020 ma non così iperbolici, ha delineato questo presente importante e straordinario:

Federica Pellegrini entrerà anche in Commissione Atleti, è membro di Giunta e membro del Cio: vuol dire che per i prossimi otto anni Federica, oltre al sottoscritto, sarà nella stanza delle decisioni del mondo dello sport. Questo fa capire che abbiamo voluto puntare su una donna che garantisce autorevolezza, oltre alla sua opinione. Si è sempre battuta a favore del mondo delle donne, credo che non sia una cosa da sottovalutare”. Così Malagò, nel suo intervento al convegno “Atleti nello sport tra Fsn e Dsa, la peculiarità della figura femminile”, al Foro Italico.

Un concetto che il  numero uno del Coni ha ribadito ai microfoni, dopo l’esordio della campionessa nelle istituzioni sportive in una giornata di grande impatto mediatico, soprattutto per l’esplicita richiesta di costituire un ministero per lo sport dopo mesi di polemiche neanche troppo velate con il sottosegretario. Un’altra figura femminile di gradne spessore, nella storia olimpica: Valentina Vezzali.

Il mondo femminile nello sport

“Ogni tanto qualcuno si sveglia e dice qualcosa sull’universo delle donne, mi riferisco ovviamente al mondo dello sport, che non sono abbastanza rappresentate e quant’altro – ha detto ancora Malagò -. Io sfido a indicare un altro settore che ha fatto quanto noi, è oggettivamente sotto gli occhi di tutti”.

“Domani abbiamo la Giunta e il Consiglio Nazionale e avremo con noi anche il sottosegretario Vezzali, verrà ad ascoltare le tante considerazioni e riflessioni che faremo”, ha aggiunto Malagò. E ha spiegato: “A breve firmeremo il protocollo tra l’Anci e il Comitato Olimpico che rinvigorisce e consolida quella che è una partnership partita nel tempo. Ci sarà una grande promozione di questo protocollo, non sarà solo una cosa di chiacchiere ma di fatti”.

“Io penso che sempre di più ci saranno delle donne negli enti sportivi. C’è una classe dirigente che spinge e incalza e c’è anche una legge che prevede un rinnovamento ai vertici degli enti”.

VIRGILIO SPORT | 14-09-2021 15:10

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...