Virgilio Sport

Lazio-Napoli da sbadigli, le interviste: Luis Alberto si morde le mani, Mazzarri soddisfatto

Senza reti all'Olimpico, pochissime le occasioni da rete: il vice allenatore laziale, Martusciello, lamenta la mancanza di cattiveria. Il tecnico del Napoli: complimenti a Zielinski, li farò anche a Osimhen

Pubblicato:

Saranno stati gli strascichi della Supercoppa, fatto sta che quella tra Lazio e Napoli si candida ad essere la partita più noiosa della stagione. Un solo tiro in 95′ di gioco, ritmo perlopiù blando, qualche tentativo dei padroni di casa nella ripresa con un gol annullato a Castellanos ed un pressing finale. Ma le emozioni, lo spettacolo, i brividi, non hanno fatto parte della cornice di uno 0-0 sacrosanto.

Lazio-Napoli, Luis Alberto: occasione persa

“Non so se sia un’occasione persa, l’importante è che la squadra abbia fatto una partita seria. Meritavamo di vincere per quanto creato. Era importante giocare così in fase difensiva e offensiva. Sono contento, questo è il calcio. Ci è mancato poco per fare gol, Taty ha fatto un grande gol ma c’era fuorigioco. Abbiamo avuto tante occasioni. Normalmente in questi casi si fa almeno un gol, oggi no. Dobbiamo continuare così, abbiamo fatto una bella partita”.

Così il centrocampista della Lazio, Luis Alberto, ai microfoni di Dazn, al termine del match contro il Napoli. “Mi piace che i compagni abbiano fiducia in me. Ho passato un periodo buio, ma ora sono al 100%. Speriamo di poter aiutare di più la squadra con gol e assist. Siamo una squadra, in un anno ci sono sempre momenti in cui si sta meglio e altri in cui si sta peggio. Felipe Anderson è un giocatore straordinario, è importantissimo per noi. Mi fa arrabbiare, perché potrebbe fare molto di più”, ha aggiunto Luis Alberto.

Lazio, lutto per Sarri: parla Martusciello

“Nel primo tempo siamo entrati più contratti davanti a una signora squadra, che palleggia bene. Era complicata, dovevamo evitare di subire imbucate. C’era un po’ di preoccupazione. Il primo tempo è stato equilibrato. Nel secondo tempo grazie ad una prova di coraggio siamo stati superiori. Non siamo riusciti a fare gol, ma abbiamo fatto una bella prestazione a livello individuale, anche come squadra, ma ci è mancata la cattiveria sotto porta. È stata una prestazione di presenza e di sofferenza, poi abbiamo avuto la giusta prepotenza. Il bicchiere non è mezzo pieno, è tanto pieno”.

A dirlo è il vice allenatore della Lazio, Giovanni Martusciello, che ha fatto le veci del tecnico Maurizio Sarri al termine del match pareggiato 0-0, in casa, contro il Napoli. Il tecnico è stato costretto a scappar via al fischio finale, essendo stato colpito da un lutto in famiglia, la scomparsa di uno zio. “Isaksen? La sensazione è che possa crescere. Ha superato la fase del pensiero e ora sta mettendo in pratica le caratteristiche per cui è stato scelto. È giovane, ha degli alti e bassi. Aspettiamo che sbocci definitivamente. Abbiamo ragazzi che stanno crescendo, per il quarto posto siamo tutti lì”, ha aggiunto il vice allenatore del team capitolino.

Lazio-Napoli, Mazzarri soddisfatto

“Sono molto soddisfatto perché avevamo davanti una squadra molto forte, che lo scorso anno è arrivata seconda. C’erano tanti assenti, ragazzi che non giovano da una vita hanno risposto alla grande. La squadra si sta vedendo e ora ho avuto la conferma di avere grandi uomini. Sono contento, si vede già qualcosa che piace a me. Con le squadre di Sarri è difficile fare possesso palla, questo vuol dire che la squadra sta facendo le cose bene. Ci è mancata un po’ di profondità”. Così il tecnico del Napoli, Walter Mazzarri, ha commentato il pareggio per 0-0, fuori casa, contro la Lazio.

“Lasciare fuori giocatori importanti è difficile. Se i calciatori forti stanno bene, posso anche cambiare modulo. Se la squadra sta bene e tiene le giuste distanze possiamo fare il 3-4-3 e il 4-3-3”, ha aggiunto Mazzarri. Sulla gestione di Zielinski: “Io parlo molto ai singoli giocatori. Faccio i complimenti a lui e anche a Demme, che ha risposto alla grande nonostante non giocasse da tantissimo. I complimenti li farò anche a Osimhen quando tornerà. Quando i ragazzi hanno una guida leale, che dice le cose come stanno, devono solo rispondere e dare il massimo. Altrimenti li tolgo dal campo. Tutti dovranno fare quello che hanno fatto oggi”.

Dura contestazione a De Laurentiis: ecco il motivo

Lazio-Napoli da sbadigli, le interviste: Luis Alberto si morde le mani, Mazzarri soddisfatto Fonte: IPA

Tags:

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...