Virgilio Sport

LBA, Petrucci traccia il bilancio delle Finals

Il presidente della FIP ha detto la sua sulla seri che ha portato il titolo all’Olimpia Milano e su alcuni temi che l’hanno caratterizzata.

Pubblicato:

LBA, Petrucci traccia il bilancio delle Finals Fonte: Getty

A tre giorni dalla conclusione della stagione con la conquista dello scudetto da parte dell’Armani Exchange, il presidente Petrucci ha espresso il suo giudizio sulla serie finale non mancando di evidenziare anche un paio di elementi poco positivi

“La degna conclusione di una stagione straordinaria. Quella tra Olimpia e Virtus è stata una finale tra due squadre che hanno anche due grandi imprenditori alle spalle, come Armani e Zanetti” ha dichiarato il Presidente Federale a Il Messaggero prima di passare alle note dolenti.

Mi ha rattristato molto il fatto che si sia dubitato della regolarità. Di norma vince la squadra che merita lo scudetto. E ha vinto la squadra più forte. Si dovrebbe sempre applaudire chi ha vinto, anche chi ti ha fatto male al cuore” ha continuato Petrucci, critico poi anche nei confronti della scelta fatta dalla Virtus di non partecipare alla premiazione.

“Una situazione del genere non mi era mai capitata. Forse l’invasione di campo dei tifosi è una scusante valida, certo non è stato bello”.

Il presidente della FIP è quindi tornato sulla nomina a capoallenatore della Nazionale Italiana di Gianmarco Pozzecco, uomo al quale spetterà il difficile compito di aprire un nuovo ciclo vincente.

“Devo dire grazie a Salvatore Trainotti, che mi ha dato questo suggerimento. Gianmarco non è stato solo un grande giocatore, ma è un bravo allenatore, l’ha dimostrato dove è andato, a Sassari ha vinto due trofei. È giovane, conosco la sua sincerità, lealtà e capacità. E questi sono i migliori ingredienti per fare un buon allenatore” ha affermato Petrucci prima della chiosa sui giocatori di Eurolega e le convocazioni in azzurro.

“Ci sono le regole e si sa quali sono le conseguenze. L’allenatore ha tutto il diritto di convocare i giocatori che ritiene opportuno convocare. Usare il termine ‘ti do questi giocatori’ è una bestemmia per la federazione e il sottoscritto. I giocatori hanno il dovere, se convocati e non infortunati, di venire in Nazionale. E le società hanno il dovere di non creare degli ostacoli”.

Tags:

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...