Virgilio Sport

Lecco, il presidente Di Nunno teme combine: “Intercettate i miei giocatori”

La squadra lombarda ultima in serie B a -6 dalla FeralpiSalò, per il presidente i calciatori potrebbero essere tentati dal truccare le partite che restano  

Pubblicato:

Fabrizio Napoli

Fabrizio Napoli

Giornalista

Giornalista professionista, per Virgilio Sport segue anche il calcio ma è con la pallanuoto che esalta competenze e passioni. Cura la comunicazione di HaBaWaBa, il più grande festival di waterpolo per bambini al mondo

In serie B il Lecco è sempre più vicino alla retrocessione e a questo punto a preoccupare il presidente Paolo Leonardo Di Nunno è il rischio combine: secondo il dirigente, gli stessi giocatori della squadra lombarda potrebbero essere tentati dal truccare le partite che restano. Di qui l’appello choc alle forze dell’ordine: “Intercettate il telefono a tutti”.

Serie B, Lecco verso la retrocessione

Dopo la sconfitta interna con il Palermo di ieri per 1-0 sembra sempre più vicina la retrocessione del Lecco dalla serie B: il team lombardo è ultimo in classifica con 21 punti, a -6 dalla FeralpiSalò penultima. Una situazione sportivamente drammatica di cui, secondo il presidente Paolo Leonardo Di Nunno, potrebbe approfittare il mondo del calcioscommesse.

Lecco, Di Nunno teme combine: “Intercettate i giocatori”

Al termine della partita persa con i rosanero, Di Nunno ha infatti spiegato di temere che i giocatori del Lecco possano truccare le restanti partite del campionato di serie B. “Del risultato mi interessa poco – ha dichiarato il presidente del Lecco a ilovepalermocalcio.com – perché ormai siamo condannati a retrocedere. Piuttosto mi preoccupa altro: ancora oggi nel calcio si vendono e si truccano le partite, ho paura di movimenti strani da parte dei nostri tesserati”. Poi la richiesta choc alle autorità: “Spero che mettano il telefono sotto controllo a tutti”.

Lecco, la minaccia di Di Nunno ai tifosi

Di Nunno continua dunque a presentarsi come un personaggio che dice quello che pensa. Proprio durante la partita col Palermo, il presidente del Lecco si è reso anche protagonista anche di duro rimbrotto ai propri tifosi. “Se buttate ancora una bomba in campo lascio Lecco – ha detto attraverso gli altoparlanti dello stadio -. Vi ho preso in tribunale che eravate falliti, senza di me tornate in Terza Categoria“. Di Nunno ha infatti rilevato il Lecco nell’estate del 2017 dopo il fallimento del dicembre precedente.

Lecco, il presidente Di Nunno teme combine: “Intercettate i miei giocatori”

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...