Virgilio Sport

Mancini ha capito tutto ora, la sua Arabia vola: seconda vittoria di fila

Dopo l'avvio choc l'avventura dell'ex ct azzurro comincia a prendere una piega positiva. Prima il successo sul Pakistan poi quello sulla Giordania

22-11-2023 13:00

Alessio Raicaldo

Alessio Raicaldo

Sport Specialist

Un figlio che si chiama Diego e la tesi di laurea sugli stadi di proprietà in Italia. Il calcio quale filo conduttore irrinunciabile tra passione e professione. Per Virgilio Sport indaga, approfondisce e scandaglia l'universo mondo dello sport per antonomasia

Qualcuno aveva goduto per l’approccio-flop di Roberto Mancini in Arabia Saudita. D’altra parte il divorzio dell’ex Ct con la Nazionale italiana era stato piuttosto burrascoso, tra accuse pubbliche e denunce. Dopo un inizio stentato, però, l’ex allenatore di Inter e Manchester City ha iniziato ad ingranare tanto che la sua nazionale ha centrato proprio ieri in Giordania la seconda vittoria consecutiva. Le possibilità per conquistarsi un posto ad America 2026 ci sono tutte, la strada è ancora lunga ma tracciata.

Al Shehri porta in alto l’Arabia di Mancini

Nel Gruppo G l’Arabia Saudita è al comando della classifica con due successi in altrettante partite giocate. Dopo il 4-0 rifilato al Pakistan, i Green Falcons hanno espugnato l’Amman International Stadium imponendosi con il punteggio di 2-0 sulla Giordania.

Il mattatore della serata è stato sempre lo stesso e porta il nome di Saleh Al Shehri che nell’Al Hilal fatica a trovare spazio complice anche la presenza di un gigante come Mitrovic ma che in Nazionale invece segna e convince.

3-5-2 e solidità difensiva: le chiavi della svolta araba

Un centravanti che segna e una difesa che non prende gol. Cosa potrebbe volere di più Roberto Mancini? Naturalmente il peso delle avversarie ha avuto una certa rilevanza in questo filotto ma nel complesso la quadra sembra sia stata trovata con un 3-5-2 che garantisce solidità. Nelle prime uscite l’Arabia Saudita aveva sempre preso gol, soccombendo contro Costa Rica e Corea del Sud e pareggiando contro la Nigeria. Adesso invece i progressi sono oggettivi, anche per merito dell’allenatore che sta iniziando ad entrare nel nuovo contesto.

Mondiale e Coppa d’Asia, gli obiettivi da raggiungere

La classifica del girone sorride quindi all’Arabia Saudita, in vetta con sei punti. Due in più di quelli conquistati dal Tagikistan che nel frattempo si è dato alla pazza gioia vincendo addirittura 6-1 in Pakistan. Siamo ancora all’inizio, comunque, anche se l’obiettivo dichiarato della compagine araba è quello di accaparrarsi un posto ai prossimi Campionati del Mondo. Ma non solo: c’è anche la Coppa d’Asia che chiaramente è nelle mire dei Green Falcons per i quali il prossimo impegno è il 16 gennaio 2024 contro l’Oman.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE B:
Ascoli - Brescia
Reggiana - Sudtirol
Palermo - Ternana
Sampdoria - Cremonese
Lecco - Como
Catanzaro - Bari
Parma - Cosenza

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...