Virgilio Sport

Marcus Thuram all’Inter, il retroscena sul dietrofront e sul no al Milan

Perché Marcus Thuram ha detto di no al Milan e ha preferito sposare il progetto Inter? Tutto sul clamoroso dietrofront dell'attaccante francese, al centro di un intrigo di mercato.

24-06-2023 12:04

Rino Dazzo

Rino Dazzo

Giornalista

Se mai ci fosse modo di traslare il glossario del calcio in una nicchia di esperti, lui ne farebbe parte. Non si perde una svista arbitrale né gli umori social del mondo delle curve

Alla fine Marcus Thuram sbarcherà a Milano e non a Parigi. Non però nella sponda prevista. Con un clamoroso colpo di scena – o di teatro – l’attaccante francese, figlio di una leggenda del calcio transalpino come il grande Lilian, ben conosciuto anche in Italia, ha deciso di sposare la causa dell’Inter. Il Milan, che lo aveva inseguito a lungo, è rimasto con un pugno di mosche. Ma cosa c’è dietro il doppio, singolare ripensamento della 26enne stella francese?

Marcus Thuram e il sì all’Inter: convinto con una telefonata

Come spiega il Corriere della Sera, tutto è partito da una telefonata partita dalla sede dell’Inter. Il via libera agli emissari nerazzurri lo ha dato il no definitivo alla proposta, pur allettante dal punto di vista economico, del Paris Saint-Germain. Thuram l’avrebbe voluto Nagelsmann, che poi non ha raggiunto l’accordo con Al-Khelaifi. Non Luis Enrique, con cui probabilmente avrebbe avuto meno spazio. Dopo il no al Lipsia, spaventato dalla richiesta di dieci milioni di bonus alla firma, il telefonino che squilla da Milano. Milan? No, chiamano dall’Inter. E Thuram risponde, ascolta, valuta, soppesa. E annuisce.

Perché l’attaccante francese ha preferito l’Inter al Milan

E dire che, durante i ritiri con la nazionale, Thuram era stato “lavorato” a lungo da Giroud, Maignan e Theo. Proprio di Giroud sarebbe stato l’alter ego, con uno stipendio da sei milioni a stagione a dimostrarne la centralità nel progetto. La chiamata di Marotta e Ausilio è giunta improvvisa, irruenta. Il numero era già noto, visto che l’Inter aveva cercato Thuram due stagioni fa, quando poi virò su Correa. E alla fine il francese ha detto sì, nonostante una prospettiva economica leggermente inferiore, di mezzo milione di euro all’anno. Il progetto, evidentemente, lo ha intrigato di più. In nerazzurro prenderà il posto di Dzeko. Evidentemente, vede più margini di crescita nell’Inter che nel Milan. Soprattutto dopo gli ultimi accadimenti.

Da Frattesi a Lukaku, quante schermaglie tra Inter e Milan

Lo “scippo” di Thuram è solo l’ultima schermaglia tra Inter e Milan. L’altro braccio di ferro riguarda Frattesi, poi c’è la faccenda Lukaku, tentato dai rossoneri dopo le difficoltà interiste nell’ottenere il rinnovo del prestito dal Chelsea. Ma, per adesso, la bilancia pende dalla parte nerazzurra. Il Milan sentiva di aver in pugno un calciatore che poi si è consegnato ai cugini. Parenti serpenti, direbbe qualcuno. Ma nel calcio le parentele non esistono.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...