Virgilio Sport

Mercato Milan, duro sfogo di Bonaventura dopo l'addio

"Ci sono state mezze parole, niente di più. Forse è cambiato lo stile Milan".

22-08-2020 16:03

L’ex centrocampista del Milan Giacomo Bonaventura in un’intervista a Sportweek non ha esitato a mandare alcune frecciate alla dirigenza del club rossonero: “Potevo ancora dare tanto ma il giocatore e l’uomo il Milan lo ha visto tutto. Mi dispiace non aver avuto lo stesso allenatore per tre o quattro anni, perché è una cosa che ti dà continuità nel lavoro. Invece, ogni nuovo tecnico sembra ti metta sotto esame. Ogni volta ricominci daccapo e questo ti fa perdere un sacco di tempo“.

Bonaventura si è svincolato al termine del campionato: “Ho capito che le valutazioni su di me erano cambiate quando mi sono infortunato al ginocchio. Dovevo operarmi, stare fermo fino al termine della stagione e ricominciare con un solo anno di contratto davanti”. 

“Una società che ha fiducia in te, ti sottopone il rinnovo appena vede che hai ripreso l’attività – sottolinea Bonaventura -. Nel mio caso non è successo. Ci sono state mezze parole, niente di più. Forse è cambiato lo stile Milan, ma ho avuto la sensazione che nei miei confronti non ci fosse la considerazione di cui godevo prima dell’infortunio”, è il velato attacco a Maldini e Massara.

L’arrivo di Ibrahimovic: “Quando a gennaio ho visto arrivare Zlatan, mi è tornata la voglia di spaccare il mondo. Io e lui eravamo i due vecchietti della squadra e lui, che pure ha parecchi anni più di me, diceva scherzando che il più vecchio ero io. È entrato in gruppo in punta di piedi, con umiltà, senza pretese, guadagnandosi il rispetto di tutti e con il lavoro e le prestazioni in partita. Quello che fa in campo lo vedono tutti, ma la differenza la fa la sua intelligenza. E non mi riferisco a quella calcistica”.

Mercato Milan, duro sfogo di Bonaventura dopo l'addio Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...