Virgilio Sport

"Mi sento offeso": Gattuso è ancora fermo al derby

L'allenatore del Milan respinge le critiche e chiarisce il rapporto con la dirigenza.

Pubblicato:

"Mi sento offeso": Gattuso è ancora fermo al derby Fonte: 123RF

Durante la conferenza stampa alla vigilia della sfida col Betis Siviglia, Gennaro Gattuso è tornato a parlare della sconfitta non ancora digerita con l’Inter. 

“Brucia perdere una gara così – ammette il tecnico rossonero – ma non è tutto da buttare. Non è assolutamente vero che l’abbiamo preparata per pareggiare, ma per affrontare l’Inter in un certo modo. Siamo venuti a mancare nel palleggio, potevamo farlo meglio”.

“Non mi sento tradito dai miei giocatori – continua Gattuso -, ci sono dinamiche che non si possono spiegare. Mi sento offeso quando si dice che abbiamo giocato per il pareggio. Non siamo stati bravi a dare i palloni a Higuain. Il 30% è colpa del Pipita, il 70% della squadra e mia, perché non l’abbiamo saputo sfruttare”.

La sconfitta con i nerazzurri ha messo in bilico la posizione dell’allenatore rossonero: “So che quando non arrivano i risultati sono in discussione. La pressione l’ho subita anche nelle altre piazze in cui ho allenato. Ho rapporti sia con Leonardo che con Maldini, c’è sempre un confronto. Tante volte ci sono alti e bassi ma ci diciamo le cose in faccia. Quello che è successo tra Leo e me è successo tanti anni fa, ora c’è rispetto”.

L’occasione per il riscatto potrebbe arrivare già domani, quando il Milan affronterà il Betis Siviglia: “E’ importante vincere per avere i nove punti nel girone. Loro palleggiano in un modo incredibile, fanno pochi gol perché non riescono a concretizzare ma fanno molto possesso palla, sono una squadra che ha benzina nelle gambe. E’ una gara difficile, ci faranno correre tanto”.

“Se domani scende in campo chi ha giocato meno non è perché ascolto le critiche, ma perché l’ho scelto io – precisa Gattuso -. Castillejo e Laxalt hanno giocato spezzoni, Bakayoko e Reina in Europa ci sono sempre stati. Sono contento siano qui, a livello tattico hanno avuto difficoltà e ci vuole tempo, ma sono orgoglioso di averli con me”.

In chiusura il tecnico rossonero risponde alle critiche: “Ho perso sei partite in campionato e sembra che le abbia perse tutte. Però mi sta bene, perché il responsabile sono io e non i giocatori”.

SPORTAL.IT

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...