Virgilio Sport

Milan, crisi continua: il ritorno di Ibra sarà la fine del calvario?

Zlatan Ibrahimovic disponibile per la convocazione per il match di San Siro contro il Toro: il totem svedese per riportare i rossoneri sulla retta via

Pubblicato:

Zlatan Ibrahimovic è pronto a tornare nei ranghi di Stefano Pioli. Il totem svedese 41enne è potenzialmente convocabile in vista del el match valevole per l’anticipo della ventiduesima giornata di Serie A, la terza di ritorno, che opporrà il Milan al Torino con fiscio d’inizio alle 20,45 di venerdì 10 febbraio. Un recupero lunghissimo, derivante, lo ricordiamo, dall’intervento in artroscopia sostenuto lo scorso mese di maggio (subito dopo la conquista del diciannovesimo Scudetto del “Diavolo”) per la ricostruzione del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro, che tanti problemi gli aveva creato nel recente passato e gli aveva fatto giocare tante partite a denti stretti.

Milan: Ibrahimovic convocabile e pronto a suonare la sveglia nello spogliatoio rossonero

Il ritorno di Ibra sembra essere diventata ormai l’ultima spiaggia alla corte di Stefano Pioli, che sembra essersi giocato ormai tutte le carte per uscire da una crisi profonda, iniziata subito dopo la rimonta per 2-2 subita dalla Roma nel finale del match di San Siro, disputatosi lo scorso 8 gennaio. Da lì, una debacle dietro l’altra: l’eliminazione dagli ottavi di Coppa Italia avvenuta in casa per mano dello stesso Torino, il deludente pari (2-2) del “Via del Mare” di Lecce, con la squadra inizialmente in svantaggio di due reti e quattro sconfitte consecutive, tre in campionato e una nella finale di Supercoppa italiana di Riyadh, 0-3 dall’Inter, ultima squadra a sconfiggere i rossoneri anche in campionato, nel derby dello scorso weekend, terminato 1-0 per i nerazzurri di mister Simone Inzaghi.

Milan e il ritorno di Ibra: la “magia” di tre anni fa si ripeterà?

Curiosamente, sembra essersi riproposta la stessa situazione di tre anni fa quando, prima dell’apertura della finestra invernale di calciomercato e che ha riportato Zlatan al Milan, la formazione di Pioli (proveniente dal ko per 5-0 di Bergamo contro l’Atalanta) non riusciva a trovare il bandolo della matassa con forti deficit di personalità, portata a piene mani, quasi come un dono natalizio da Ibrahimovic, che – oltre a dispensare ancora non pochi numeri di rilievo in campo – ha agito fortemente sulla mentalità di tutta la squadra, rendendola vincente e trascinandola prima a un prezioso secondo posto Champions e poi, appunto, alla conquista del titolo. Ce la farà anche questa volta dopo aver superato i quarant’anni e con un’operazione al ginocchio in più alle spalle?

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...