Virgilio Sport

Milan, Pioli attacca Baroni, protesta per giallo a Theo e tira le orecchie a Leao

Il tecnico rossonero si gode la prova super di Pulisic e dei nuovi entrati e spiega come sta gestendo Chukwueze, autore del gol del 3-1 del Diavolo

Pubblicato:

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

Più lo criticano e più reagisce con i fatti. Stefano Pioli va avanti dritto per la sua strada, pensa solo ai risultati da raggiungere e si gode il secondo posto a +3 dalla Juventus dopo il successo al Bentegodi contro il Verona. Con un’Europa League ancora possibile – e che passa anche dal derby con la Roma – il tecnico lotta ancora con i denti per tenersi stretta la panchina rossonera.

Pioli protesta per l’ammonizione a Theo

Dopo gli auguri al patron della Fiorentina Joe Barone, colpito da malore e portato in ospedale (“ci tengo a fargli in bocca al lupo”) Pioli commenta il successo sul Verona: “La partita l’abbiamo interpretata bene, abbiamo giocato bene e tanto, calcolando che venivamo dalla gara di Europa League possiamo essere soddisfatti. Abbiamo vinto meritatamente”.

La nota negativa il giallo a Theo: “Non va bene, non era una protesta o una mancanza di rispetto, non aveva fatto niente, lui esulta sempre così, poi è intervenuto l’allenatore del Verona equivocando ma bisognerebbe parlare solo dei propri e non dei giocatori degli altri”.

Pioli spiega i cambi nella ripresa

Il tecnico rossonero spiega le mosse iniziali e quelle nel secondo tempo: “Abbiamo impostato una partita di gamba perché avevamo studiato bene i nostri avversari, così ho scelto i giocatori che avevano queste caratteristiche. Le sostituzioni? Ho visto Loftus-Cheek e Pulisic stanchi, avevamo bisogno di freschezza che i cambi ci hanno dato”.

Pioli tira le orecchie a Leao

Chukwueze ha detto che si fida di Pioli: “Viene in un campionato diverso da quello cui era abituato, spesso non si ha tempo di aspettare, lui ha sempre grande disponibilità, sono contento per il suo gol”. Chi non ha segnato è Leao che fa cose straordinarie ma sbaglia gol facili: “Imparerà anche a segnare questi gol, ha già imparato tanto in questi 4 anni che lo allena, in quel caso doveva darla ad Okafor che era libero anche se capisco che da quella posizione volesse provare a tirare. Comunque ha attaccato, ha lottato e ha difeso”.

Tags:

Leggi anche:

Falkesteiner Hotel & Spa Falkesteinerhof

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...