Virgilio Sport

Milan-Real Madrid 2-3, cosa c'è da migliorare: le pagelle, Top e Flop

Top e Flop dell'amichevole Milan-Real Madrid, vinta 2-3 dai Blancos di Ancelotti: cosa funziona e cosa c'è da migliorare per Pioli

24-07-2023 11:52

Pietro De Conciliis

Pietro De Conciliis

Giornalista

Giornalista pubblicista e speaker radiofonico, per Virgilio Sport si occupa di calcio con uno sguardo attento e competente sui campionati di Serie B e Serie C

Sconfitta in amichevole per il Milan di Stefano Pioli, costretto a piegarsi nel finale contro il Real Madrid del grande ex Carlo Ancelotti, già promesso della nazionale brasiliana. Prime indicazioni importanti per il tecnico ex Fiorentina, in occasione dell’esordio andato in scena a Pasadena, nell’ambito del Soccer Champions Tour 2023. Ecco cosa c’è da migliorare in casa Milan: lo scopriamo insieme attraverso voti e pagelle dei protagonisti, fra top e flop dei rossoneri.

Pagelle Milan-Real Madrid 2-3: Top e Flop dei rossoneri

Verrebbe da dire “calcio d’agosto non ti conosco”, ma siamo ancora nel mese di luglio e allora le indicazioni che arrivano dal campo risultano essere poco più che acerbe. Allo stesso tempo, però, c’era grande curiosità di vedere all’opera il Milan di Stefano Pioli, reduce da una stentata qualificazione alla Champions League 2023-24, contro un avversario di rango come il Real Madrid di Carlo Ancelotti, che in estate ha perso il suo capitano Karim Benzema.

Le pagelle del Milan dopo il k.o con il Real Madrid, questi i top e flop dei rossoneri:

TOP

  • Romero voto 7: Super gol all’incrocio dei pali, a testimonianza delle sue indiscutibili qualità balistiche. Non basta ai fini del risultato finale, ma si è presentato al popolo milanista come meglio non avrebbe potuto.
  • Pulisic voto 6,5: Guizzi e lampi da giocatore di categoria superiore. Il bagaglio tecnico dell’esterno offensivo arrivato dal Chelsea non è certo in discussione. Deve migliorare sotto il profilo realizzativo e in quanto a concretezza negli ultimi 16 metri.
  • Colombo voto 6,5: Ottimo primo tempo dell’ex centravanti del Lecce, che gioca prevalentemente di sponda e si distingue per il modo di proteggere la sfera, pur avendo avversari di spessore alle spalle. Sfiora il gol con un sinistro potente dal limite, ma avrà altre opportunità, prima di una valutazione finale. L’acquisto di Okafor non deve condizionarlo.
  • Loftus-Cheek voto 6,5: Straripante fisicità in mediana, con Krunic a dargli copertura ogni qual volta desidera spingersi in avanti. L’ex Chelsea può crescere in questo Milan e “ammortizzare” la delusione per l’addio di Tonali.

FLOP

  • Sportiello voto 4: Dopo una buonissima parata su Rodrygo, si scioglie come neve al sole sul tiro non certo irresistibile di Valverde, che lo punisce in ben due occasioni. Una distrazione che in partite ufficiali non gli sarebbe stata perdonata facilmente, ma il Milan resta al sicuro con Mike Maignan tra i pali.
  • Pobega voto 5: Gambe pesanti e struttura fisica che non gli consente di essere lucido come Pioli vorrebbe. Può e deve diventare una pedina importante, anche a gara in corso, per la mediana rossonera.

Le dichiarazioni di Pioli dopo Milan-Real Madrid

Nel post partita di Milan-Real Madrid, si è presentato in conferenza stampa uno Stefano Pioli più che soddisfatto della prestazione dei suoi.

Il Milan mi piace molto. Sono arrivati giocatori forti: Pulisic, Loftus-Cheek, Reijnders, mi piace come si stanno inserendo. Ci permetteranno di giocare un calcio ancora più tecnico, ancora più offensivo. Dopo 10 giorni di lavoro ho visto cose interessanti, ad esempio come abbiamo cercato di muovere la palla, la personalità. Cambiamenti? Occupiamo posizioni diverse ma i principi di gioco sono gli stessi.

L’infortunio di Messias ha costretto Pioli a gettare subito nella mischia il classe 2004 Luka Romero, che lo ha ripagato con un gol fantascientifico dal limite dell’area.

Luka è entrato bene e non solo per il gol. Applausi anche per il 18enne Simic, schierato titolare al centro della difesa al posto di Gabbia ormai a un passo dal trasferirsi al Villarreal: “Ha saputo solo stamattina che avrebbe giocato. Sta lavorando molto bene. Okafor? È un attaccante che può giocare in più ruoli, è giovane ma ha già dimostrato il suo valore. Ha colpi, velocità, uno contro uno, per me può fare la punta o l’esterno sinistro. Un giudizio vero però lo darò solo quando lo allenerò.

Le amichevoli del Milan negli Stati Uniti

Dopo aver affrontato il Real Madrid di Ancelotti, perdendo in rimonta ma senza sfigurare dinanzi ai 90.000 spettatori di Pasadena, il Milan si prepara a ritrovare una classica del calcio italiano: venerdì 28 luglio, infatti, andrà in scena il big match con la Juventus di Massimiliano Allegri, in programma alle 04:30 (ora italiana) al “Dignity Health Sports Park” di Carson.

Il prossimo 2 agosto, invece, sarà tempo di trasferirsi a Las Vegas per Leao e compagni, impegnati tra le mura dell'”Allegiant Stadium” contro il Barcellona di Xavi Hernandez, che consegnerà sicuramente indicazioni più importanti in vista dell’inizio del campionato di Serie A 2023/24. Poi, è previsto il rientro in Italia e la prosecuzione della preparazione, con l’amichevole dedicata alla memoria di Silvio Berlusconi, da disputare martedì 8 agosto contro il Monza di Raffaele Palladino, nella splendida cornice dello “U-Power Stadium”.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...