,,
Virgilio Sport SPORT

Moggi, pace con Moratti e bordate su Ausilio

L'ex dg della Juve per una volta d'accordo con il vecchio "nemico"

Che Luciano Moggi potesse dar ragione a Moratti è roba che avrebbe mandato sul lastrico i bookmakers. L’ex dg della Juventus che si trova sulla stessa linea dell’antico rivale dei tempi di calciopoli è a dir poco clamoroso, eppure è così. Non c’entrano però gli scudetti di cartone, nè le sentenze, nè gli arbitri giacchè su questo tema la distanza tra i due resta e resterà probabilmente insanabile. La “pace” di Moggi con Moratti nasce su un altro argomento, ovvero il caso Icardi. Nel suo articolo su Libero – dall’inequivocabile titolo “Incredibile ma vero, ha ragione Moratti”, Lucianone infatti si dice d’accordo con la presa di posizione dell’ex presidente dell’Inter che nei giorni scorsi aveva detto: ” Ho trovato un ottimo capitano in Icardi, che ha sempre giocato con professionalità: è stato messo tutto in piazza e questo non è bello. Mi sembra una cosa inutile a metà stagione, senza più la possibilità di vendere il giocatore e con degli obiettivi da raggiungere”.

COME VANDA OSIRIS – Moggi però dà un colpo al cerchio (schierandosi dalla parte di Moratti sulla vicenda in sè) e uno alla botte ricordando il passato e scrivendo sulla crisi dell’Inter: “Crisi che viene da lontano, portata per mano da tutti coloro che andavano e che tuttora vanno a braccetto con l’ex patron Moratti, l’unico a difendere Icardi. Massimo è riuscito a contestare la mossa degli attuali dirigenti perchè resa di dominio pubblico. Lui che da presidente scendeva le scale della Saras alla maniera di Wanda Osiris, sapendo di trovare una trentina di giornalisti, raccontava loro che tutti erano cattivi e lui era l’unico buono. Lui che coccolava Vampeta, West, Sukur mentre altri erano alle prese con Zidane, Trezeguet, Nedved. E riscuoteva pure credibilità da parte dei tifosi che pensavano che veramente “Amala” non riuscisse a vincere perchè oppressa dagli impicci di altri”.

SPOGLIATOIO ROTTO – Poi su twitter Big Luciano insiste: “Non hanno capito che: se #Handanovic ha accettato la fascia da capitano, se alcuni giocatori hanno plaudito la mossa, vuol significare che lo spogliatoio è diviso. …… questa è una frattura insanabile, che un banale ulteriore raffreddore potrebbe portare polmonite. Bastava non convocarlo per scelta tecnica, avrebbe oltretutto evitato l’imbarazzo di Spalletti e le farneticazioni di Ausilio. E la gente avrebbe capito a maggior ragione che l’aria era cambiata. Fare e non far trapelare è sempre stata la forza di chi sa comandare”.

SPORTEVAI | 16-02-2019 14:40

Moggi, pace con Moratti e bordate su Ausilio Fonte: Ansa

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...