Virgilio Sport

Mondiali, Belgio: torna Lukaku ma lo spogliatoio è spaccato. I motivi

Nello spogliatoio del Belgio, in particolare dopo la seconda partita dei Mondiali, il clima è tutt'altro che sereno

30-11-2022 23:38

Domani alle ore 16.00 andrà in scena l’ultima giornata del Gruppo F dei Mondiali di Qatar 2022, dove spicca la sfida tra Belgio e Croazia in contemporanea a Canada e Marocco (con i nordamericani già eliminati). Nel ritiro della formazione fiamminga, però, il clima è tutt’altro che sereno.

Mondiali, la sconfitta contro il Marocco una polveriera per il Belgio

La sconfitta subita dal Belgio contro il Marocco nel secondo turno dei Mondiali di calcio per 2-0 ha riesumato vecchi asti tra diversi giocatori nello spogliatoio della nazionale. Le prestazioni dei Diavoli Rossi, sino ad ora, sono state abbastanza sotto tono, raccogliendo una buona vittoria contro il Canada, ma con una prestazione da dimenticare. Per De Bruyne, intervistato da RTL, anche con un eventuale passaggio del turno: “Non abbiamo molte possibilità di vincere questo mondiale, siamo troppo vecchi. Abbiamo perso giocatori chiave, stiamo andando avanti con l’età. Possiamo essere semplici outsider”. Gli fa eco anche Vertonghen: “Molte cose mi passano per la testa che non dovrei dire, o almeno non fuori dagli spogliatoi. È stato molto frustrante anche perché è stata la prima vera partita non buona, anche se credo che ce la caveremo. Abbiamo qualità ma probabilmente abbiamo attaccato male anche perché siamo vecchi, giusto?”. Da queste parole sarebbe poi scaturita una vera e propria rissa nello spogliatoio.

Mondiali, problemi nel Belgio a causa di una donna?

Secondo L’Equipe, Vertonghen ed Eden Hazard sarebbero quasi venuti alle mani, separati da Romelu Lukaku che ha fatto da paciere. Ma non c’è solo la querelle tra i due sopraccitati. Il caso più spigoloso, infatti, è quello tra il portiere Courtois e De Bruyne, entrambi con un trascorso comune nelle nazionali giovanili e nella primavera del Genk. Colleghi ed amici inseparabili sino alla pubblicazione della biografia del giocatore del Manchester City, il quale rilevò che nel 2012 l’allora compagna Caroline Lijnen lo aveva tradito proprio con Courtois. Lei confermò la versione (“Thibaut in una sera mi ha fatto sentire come non mi era mai successo nei tre anni della relazione con Kevin”) ma si giustificò: “De Bruyne mi aveva appena tradito con la mia (ex) migliore amica. Non volevo dirlo, ho deciso di parlare soltanto dopo che lui ha scritto della mia relazione con Courtois”.

Mondiali, CT Belgio: “Parlate di calcio. Basta Fake News”

Nel presentare la partita contro la Croazia, il Ct del Belgio Roberto Martinez ha annunciato che Lukaku sarà uno dei protagonisti della sfida alla caccia della qualificazione agli ottavi come prima classe. “Ha molta influenza nella nostra squadra, soprattutto nell’ultimo terzo di campo. Con lui possiamo giocare in modo molto più efficace. Fa la differenza. Ha anche il carattere di un leader e  ha influenza nello spogliatoio. Per noi è importante che ci sia”. Infine, l’allenatore ha voluto esprimere la sua opinione anche sulla vicenda descritta precedentemente, da egli stesso bollata come fake news: “C’è più voglia di cercare notizie negative che di sostenere e unire la squadra. Dobbiamo renderci conto che qui siamo soli e facciamo tutto quello che possiamo per raggiungere il nostro obiettivo. Non so da dove venga la storia della Francia. Chiunque sia stato ha segnato un autogol per il Belgio. Come giornalista belga, se fossi in voi, preferirei sostenere il mio Paese piuttosto che indebolirlo”. Ora la parola passa al campo.

Mondiali, Belgio: torna Lukaku ma lo spogliatoio è spaccato. I motivi

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...