Virgilio Sport

Mondiali Donne: finale Spagna-Inghilterra, dove vederla in tv e streaming. Svezia terza

Tutte le informazioni sulla finale dei Mondiali Donne, che vedrà contrapposte Spagna ed Inghilterra. Il cammino delle due squadre, dove vedere l'ultimo atto e gli orari. Inoltre, come è andata la finalina tra Svezia ed Australia

19-08-2023 14:57

Luca Santoro

Luca Santoro

Giornalista

Esperto di Motorsport ma, più in generale, appassionato di tutto ciò che sia Sport, anche senza il Motor. Dà il meglio di sé quando la strada fa largo alle due o alle quattro ruote

I Mondiali di Calcio FIFA Donne si chiudono domani con la finale tra Spagna e la campionessa europea uscente Inghilterra. Termina così il periplo di questa edizione ospitata congiuntamente da Australia e Nuova Zelanda, con un’ultima formalità (ovvero la finalina per il terzo posto giocata tra Svezia e le padrone di casa australiane, di cui tratteremo a breve) prima di scoprire chi succederà agli Stati Uniti, campionesse 2019.

Mondiali Donne 2023, il cammino dell’Inghilterra

Partiamo anzitutto dalle finaliste assolute. Dopo aver primeggiato nel girone D, l’Inghilterra ha avuto la meglio contro la Nigeria ai calci di rigore negli ottavi di finale, per poi battere ai quarti la Colombia per 2-1 e quindi in semifinale l’Australia per 3-1 in quel di Sidney, sede anche della finale di domani. A segno in quest’ultimo match per le giocatrici della ct Sarina Wiegman Ella Toone, Lauren Hem ed Alessia Russo, con le padrone di casa che hanno messo a referto il gol della bandiera segnato da Samantha Kerr.

Mondiali Donne 2023, il cammino della Spagna e le polemiche sul ct

Le leonesse arrivano così per la prima volta nella loro storia in una finale mondiale, e lo stesso dicasi per le rivali spagnole. Seconde nel girone di qualificazione del Gruppo C, dietro di 3 punti rispetto alla capolista Giappone, le donne del ct Jorge Vilda successivamente hanno battuto agli ottavi la Svizzera con un perentorio 5-1, per poi avere la meglio sui Paesi Bassi (2-1 dopo i supplementari) e quindi ottenere lo storico pass per la finale dopo la vittoria contro la Svezia, per 2-1.

Nella semifinale però si è reso plastico il clima che si respira nello spogliatoio della nazionale iberica: le giocatrici infatti nei festeggiamenti dopo il trionfo con la Svezia hanno platealmente ignorato il ct, ad immagine dello scontro in atto tra le calciatrici e Vilda (ben 15 di loro nei mesi scorsi avevano deciso di abbandonare la squadra, chiedono le dimissioni del tecnico e criticandone i metodi).

Come giocano Spagna ed Inghilterra

Insomma, il percorso della Spagna è stato più accidentato, al netto dei risultati sportivi, dell’Inghilterra. Dal punto di vista invece prettamente sportivo, le iberiche hanno proposto ad oggi un gioco basato su un deciso possesso palla, soffrendo però nei casi in cui le avversarie non concedono spazi di inserimento proponendo linee molto strette e uno schiacciamento nella propria metà campo, come avvenuto con il Giappone e la Svezia. Tra le giocatrici che spiccano nella litigiosa nazionale di Vilda spicca la classe 2003 Salma Paralluelo, dotata di un infallibile fiuto per la porta, oltre ad ottima coordinazione e tempismo in area.

L’Inghilterra, campionessa europea regnante, ha avuto il coraggio di cambiare pelle dal trionfo continentale, anche con un po’ di sano e cinico opportunismo. Dal 4-3-3 si è passati allo sperimentale 3-4-1-2, con un gioco meno dominante e propenso anche a concedere fiato alle avversarie, ma che dalla sua ha un roster più ampio della Spagna di giocatrici capaci di essere decisive e proponendo una maggiore intensità di gioco e fisicità.

La finalina per il terzo posto: la Svezia batte l’Australia

Intanto, stamane (ora italiana) si è giocata a Brisbane, al Suncorp Stadium, la citata finalina per il terzo posto vinta dalla Svezia, già autrice della condanna per 5-0 dell’Italia nella fase ai gironi e che oggi ha avuto la meglio sull’Australia per 2-0. A segno (su rigore) Fridolina Rolfö al 30′ e poi, al 62′, Kosovare Asllani, con le scandinave subito protagoniste nell’avvio di gara pur arginate con le giocate di rimessa di Kerr e Foord.

Passata la prima mezz’ora un rigore scaturito da un contatto in area tra Hunt e Blackstenius sblocca il match, mentre nella ripresa le padrone di casa provano ad alzare il ritmo, ma di nuovo Blackstenius serve Asslani per siglare il 2-0, per poi limitarsi a controllare il risultato davanti all’inutile arrembaggio australiano.

Dove vedere la finale Spagna-Inghilterra

Tornando quindi alla finale tra Spagna ed Inghilterra, essa si potrà seguire in diretta su Rai Sport alle ore 12:00 italiane di domenica 20 agosto, quando a Sydney saranno le 20:00. Il collegamento, per la precisione, partirà dalle 11:45. La partita sarà visibile anche in streaming su Rai Play.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...