Virgilio Sport

Mondiali Qatar 2022, le nazionali favorite: Brasile, Francia e l’ultima Argentina di Messi 

Secondo i bookmaker la Seleçao è la principale candidata alla vittoria finale del campionato del mondo, seguita dalla Selecciòn e dai Bleus: scopriamo perché

Pubblicato:

Fabrizio Napoli

Fabrizio Napoli

Giornalista

Giornalista professionista, per Virgilio Sport segue anche il calcio ma è con la pallanuoto che esalta competenze e passioni. Cura la comunicazione di HaBaWaBa, il più grande festival di waterpolo per bambini al mondo

Manca poco ormai ai Mondiali di Qatar 2022, ogni c.t. ha diramato il proprio elenco dei convocati e i bookmaker hanno fissato la griglia delle nazionali favorite: per tutti, il Brasile di Neymar è la candidata numero uno alla vittoria finale, seguita dall’Argentina di Messi e dalla Francia di Mbappé e Benzema.

Mondiali Qatar 2022: Brasile favorito

Il Brasile di Tite è la grande favorita per la vittoria dei Mondiali di Qatar 2022, un titolo che la Seleçao si è meritata sul campo, dominando le qualificazioni del Sudamerica con 14 vittorie e 3 pareggi nelle 17 partite disputate e vincendo tutte le amichevoli dell’ultimo anno: per trovare una sconfitta dei verdeoro bisogna risalire alla finale di Copa America dell’11 luglio 2021, quando il Brasile si arrese per 1-0 all’Argentina, trascinata da un gol di Di Maria.

Un cammino straordinario quello dei brasiliani, trasformati da Tite in una squadra molto più solida e concreta, ma capace di conservare tutta la sua pericolosità in fase offensiva: nelle qualificazioni la Seleçao ha subito appena 5 gol, segnandone ben 40. Negli ultimi anni Tite ha alternato uomini e moduli (prevalente il 4-2-3-1, ma spesso il Brasile s’è schierato con il 4-3-3), pur scegliendo dei punti fermi come Alisson tra i pali (preferito a un altro top player come Ederson), la coppia difensiva formata Marquinhos-Thiago Silva e l’ovvia presenza di Neymar come innesco per la punta centrale. Tite, inoltre, s’è dimostrato molto attento nel preservare l’equilibrio del gruppo: si spiega così la scelta di confermare il 39enne Dani Alves o quella di escludere attaccanti come Firmino o Gabigol, idolo del Flamengo.

Mondiali Qatar 2022: Francia senza Kanté e Pogba

Dietro il Brasile, tra le favorite ci sono Francia e Argentina. I campioni in carica hanno dominato il girone di qualificazione con 5 vittorie e 3 pareggi, segnando 18 gol e subendone solo 3. Tuttavia hanno mostrato qualche crepa nelle apparizioni in Nations League, con una sola vittoria, due pareggi e 3 sconfitte (di cui 2 interne, contro Danimarca e Croazia) nelle gare disputate da giugno a settembre.

Una flessione dovuta agli esperimenti del c.t. Didier Deschamps, ma anche alle assenze di uomini importanti. La Francia ha infatti una varietà di opzioni in attacco – chi può schierare insieme due stelle del valore di Mbappé e Benzema, oltre a Coman, Dembelé, Nkunku, Griezmann e Giroud? – e al centro della difesa (Varane, Konatè, Saliba, Koundé, Upamecano), ma in questa stagione s’è scoperta un po’ “corta” a centrocampo a causa di due giocatori chiave per il trionfo in Russia del 2018: senza gli infortunati Kanté e Pogba, dovranno essere i talenti del Real Camavinga e Tchouameni (rispettivamente 20 e 22 anni) a trascinare i Bleus.

Mondiali Qatar 2022: l’ultima chance di Messi con l’Argentina

L’Argentina ha concluso le qualificazioni per il Mondiale in Qatar alle spalle del Brasile, classificandosi seconda con 11 vittorie e 6 pareggi. Tuttavia l’imbattibilità della Selecciòn dura da molto più tempo, addirittura dall’era pre-Covid: l’ultima sconfitta risale alla Copa America del 2019, in semifinale contro il Brasile (2-0) a Belo Horizonte. Dopo quel k.o. ben 35 risultati utili consecutivi tra qualificazioni mondiali, amichevoli e la Cup of Champions vinta contro l’Italia nello scorso giugno a Wembley: un numero assai vicino al record di 37 incontri senza sconfitte stabilito dagli azzurri tra il 2018 e il 2021.

Solida, continua, eccellente in ogni reparto, l’Argentina potrebbe trovare la sua arma in più in Qatar nelle motivazioni di Leo Messi, giunto a 35 anni al suo 5° e ultimo Mondiale. Nei quattro precedenti il fuoriclasse s’è fermato due volte ai quarti (Germania 2006 e Sudafrica 2010), una agli ottavi (Russia 2018) e in una sola occasione, a Brasile 2014, è riuscito a raggiungere la finale, per poi essere sconfitto dalla Germania. Il Qatar rappresenta la sua ultima occasione per vincere il Mondiale ed eguagliare in termini di successi la leggenda di Diego Armando Maradona, a cui, inevitabilmente, continuerà ad essere paragonato anche dopo il suo ritiro.

Leggi anche:

Falkesteiner Hotel & Spa Falkesteinerhof

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...