,,
Virgilio Sport SPORT

Moratti ricorda Simoni, scoppia la polemica sui social

L'ex presidente dell'Inter è stato il primo a ricordare il tecnico scomparso a 81 anni, sulla panchina nerazzurra per un anno e mezzo.

Pur avendo allenato tantissime squadre, Gigi Simoni resterà indelebile in particolare per i tifosi del Pisa, promosso due volte in A sotto la sua guida, della Cremonese, portata nel massimo campionato nel ’93 con due salvezze e lo storico Torneo Anglo-Italiano vinto a Wembley contro il Derby County, ma soprattutto l’Inter, allenata tra l’estate ’97 e il novembre ’98, con all’attivo una Coppa Uefa, a Parigi il 6 maggio ’98 grazie al secco 3-0 sulla Lazio, e un secondo posto in campionato.

Così proprio Massimo Moratti, il presidente di quell’Inter, è stato il primo a ricordare Simoni dopo la notizia della sua morte avvenuta a 81 anni, nonché tra i primi a venire a conoscenza del tragico evento: “La telefonata con la quale poco fa la moglie mi ha avvisato della morte mi ha provocato un dolore immenso” ha detto Moratti all’Ansa.

“Gigi è stato un tecnico gentiluomo verso il quale provavo grande stima e affetto – ha aggiunto – Un grande protagonista della storia dell’Inter: ha vinto una Coppa europea molto importante e gli è stato impedito di vincere un campionato che avrebbe assolutamente meritato”.

Il riferimento è ovviamente al polemico testa a testa che ha visto l’Inter soccombere rispetto alla Juventus in una stagione passata alla storia per parecchi veleni arbitrali, su tutti quello dello scontro diretto del 26 aprile ’98, lo scontro tra Mark Iuliano e Ronaldo nell’area della Juventus sul quale l’arbitro Piero Ceccarini decise di sorvolare.

L’Inter ha ricordato così Simoni sul proprio profilo Twitter: “Gigi Simoni ci ha lasciati oggi, 22 maggio. Una data non casuale, la data più interista di tutte. Ciao Gigi, ci mancherai”.

Moratti esonerò Simoni il 30 novembre 1998, per chiamare Mircea Lucescu, esattamente nel giorno in cui il tecnico fu insignito della Panchina d’Oro per il rendimento della stagione precedente. Il giorno prima l’Inter aveva battuto in rimonta la Salernitana per 2-1 e cinque giorni prima a cadere a San Siro era stato addirittura il Real Madrid, sconfitto per 3-1 da una doppietta di Roberto Baggio, illustre acquisto dell’estate precedente.

Le parole di Moratti hanno scatenato polemiche sui social network da parte dei tifosi della Juventus, che non hanno ovviamente gradito il nuovo riferimento a quella stagione, in particolare in un momento così triste.

Tante altre le società che hanno voluto ricordare Simoni, oltre alla Lega Serie A: “Ci ha lasciato Gigi Simoni. Prima calciatore, poi grande allenatore. Un uomo che ha sempre dato tutto, dimostrando una viscerale passione per questo sport”.

Tra esse, il Milan e il Torino, uno dei quattro club della carriera in cui Simoni giocò ed allenò insieme a Brescia, Genoa e Napoli.

“Siamo addolorati dalla notizia della scomparsa di Gigi Simoni, venuto a mancare all’età di 81 anni. A tutti i suoi cari il più caloroso abbraccio da tutto il Milan” il ricordo del Milan.

Così il Torino: “Ciao Gigi. Il Toro perde un amico, il calcio piange la scomparsa di un autentico gentiluomo”.

 

SPORTAL.IT | 22-05-2020 14:42

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...