,,
Virgilio Sport SPORT

MotoGP, nel tempio di Rossi Quartararo vuole fare la storia

A Jerez si corre il Gp di Spagna: la Yamaha non ha mai trionfato nelle prime quattro corse della stagione, il francese insegue il tris consecutivo di successi per la prima volta in carriera.

Per la MotoGP è tempo del quarto appuntamento della stagione.

La carovana si sposta di qualche centinaio di chilometri, dall’Algarve all’Andalusia, dove sul circuito di Jerez de la Frontera si correrà il Gp di Spagna.

Quello intitolato ad Angel Nieto è uno dei circuiti storici per la MotoGP nonché uno dei preferiti di Valentino Rossi, come ammesso dallo stesso pilota di Tavullia alla vigilia della partenza del weekend spagnolo.

Nessun pilota infatti ha vinto a Jerez quanto il Dottore, trionfatore in ben sette occasioni nella classe MotoGP e anche unico ad aver vinto in tutte le categorie, potendo vantare anche i successi del 1999 in 250 e del 1997 in 125.

Difficile però immaginare un Rossi protagonista nelle prime posizioni dopo il difficile inizio di stagione con la sua Yamaha Petronas, così i favori del pronostico saranno tutti per Fabio Quartararo, vincitore delle ultime due corse, il Gp di Doha e quello del Portogallo.

Il francese della Yamaha non ha mai vinto tre Gp di fila in MotoGP, ma ha trionfato in tre delle ultime sette corse in Spagna ed ha un feeling particolare con il circuito di Jerez, dove ha conquistato la prima pole position della carriera, riuscendo sempre a partire davanti a tutti nelle ultime tre corse disputatesi a Jerez, i Gp di Spagna 2019 e 2020 e quello di Andalusia del 2020.

Yamaha grande favorita, quindi, dopo aver vinto I primi tre Gp della stagione, miglior partenza in MotoGP dal 2010: la scuderia di Iwata non ha mai trionfato nelle prime quattro corse del calendario.

Guai, però, a dare per spacciato Marc Marquez, fresco di rientro dopo nove mesi con il buon settimo posto in Portogallo. Il pilota della Honda ha concluso sul podio 27 dei 29 Gp corsi in Spagna nella classe regina e ben sette volte su otto limitatamente ai Gp di Spagna, con tre vittorie nel 2014, nel 2018 e nel 2019.

L’Italia punterà tutto su Pecco Bagnaia. Il torinese ha già collezionato 46 punti in classifica in tre Gp, uno in più rispetto all’intera scorsa stagione e ha concluso sul podio in due delle ultime tre corse, dopo aver ottenuto un solo piazzamento tra i primi tre nelle prime 29 gare della carriera in MotoGP.

Curiosità anche per Luca Marini, che in Portogallo ha conquistato I primi punti della carriera in MotoGP e che in Moto2 è finite per due volte sul podio a Jerez nel 2020 nei Gp di Spagna e Andalusia.

Guarda il GP di Spagna su DAZN
 

OMNISPORT | 30-04-2021 10:57

MotoGP, nel tempio di Rossi Quartararo vuole fare la storia Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...