,,
Virgilio Sport SPORT

MotoGP, Misano, disastro Valentino Rossi: nuovo attacco alla Yamaha

Il Dottore, all'ultimo weekend di gara in Italia, non riesce a migliorare il trend stagionale e nelle prove libere è solo 22°: "Abbiamo questo tipo di problemi dal 2016".

22-10-2021 18:16

Se questo weekend, comunque vada, sarà dedicato alla celebrazione dell’ultima gara in Italia di Valentino Rossi da parte del pubblico nostrano, con iniziative ed eventi organizzati da Fan club e non solo, certo la Motogp rimane comunque uno sport agonistico, e dunque non ci si può esimere dal commentare i risultati ottenuti dal Dottore oggi nelle prime prove libere al Misano World Circuit, tracciato dedicato al compianto Marco Simoncelli, dove la classe regina delle due ruote fa tappa per il terzultimo appuntamento stagionale. 

In condizioni davvero terribili, caratterizzate dal bagnato nella prima sessione e da un leggero miglioramento nella seconda, Valentino Rossi non riesce ad andare oltre la 22° posizione col tempo di 1’43,789. The Doctor non è stato l’unico pilota Yamaha a trovarsi in difficoltà in queste condizioni, dato che anche il leader del Mondiale Fabio Quartararo, in sella ad una Yamaha Factory, non è andato oltre la 16° piazza. Idem Andrea Dovizioso, addirittura ultimo. 

Ai microfoni di Sky Sport, Vale esprime dunque alcune considerazioni una volta terminata la sessione:

“Nel corso della mattina la mia moto girava anche bene ed infatti sono arrivato ad un soffio dalla top-10 (12° posto, ndr). Dopo quel bel risultato pensavo davvero di riconfermarmi nel corso della sessione pomeridiana, ma la pista si è andata via via asciugando, e girando con le gomme da bagnato per la nostra squadra è stata davvero dura dato che non abbiamo grip”.

Anche se pure altri piloti hanno fatto fatica (vedi Pecco Bagnaia appena 8°), alcuni non hanno davvero nessun problema a girare in queste condizioni, a cominciare da Jack Miller, sempre forte sul bagnato. Il confronto tra Yamaha e Ducati in questo momento è impietoso, ma non è sicuramente una cosa nuova per la casa di Iwata, ed è lo stesso Rossi a confermare di averne parlato coi vertici della casa fin dall’ormai lontano 2016:

Problemi di questo tipo li abbiamo fin dal 2016. Lo avevo anche già comunicato alla Yamaha, ma il problema è che non siamo riusciti a trovare delle soluzioni. Purtroppo quasi tutti gli altri sono migliorati e hanno trovato contromisure adeguate per le quali le loro gomme funzionano meglio. Posso solo dire che la M1 così è molto complicata da guidare”.

Appuntamento domani, sabato 23 ottobre, alle ore 14.10 per le qualifiche ufficiali della Motogp del GP del Made in Italy e dell’Emilia Romagna.

Segui tutto il weekend di Misano di Motogp su DAZN

OMNISPORT

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...