,,
Virgilio Sport

MotoGp, Valentino Rossi: cosa c'è nel futuro del Dottore?

L'ex pilota della MotoGp ha concluso il suo primo anno nel GT World Challenge Europe: prossimo anno correrà di nuovo passando da Audi a BMW

06-10-2022 16:02

Valentino Rossi da questa stagione non è più un pilota di MotoGp. Dopo anni passati in selle alla sua moto era giunto il momento di dire basta. Nel frattempo è diventato papà di Giulietta e non ha però trascurato l’amore per i motori, impegnato non su una moto ma comunque sempre in pista.

Valentino Rossi ancora in GT World Challenge Europe

La MotoGp, almeno per il momento sembra lontana. Il pilota di Tavullia ha archiviato la prima stagione nel GT World Challenge Europe ed è già tornato in pista e al lavoro. In questi giorni ha infatti fatto i primi test con BMW con cui correrà nel 2023 dopo l’esperienza con Audi. Non mancano poi numerosi impegni, Tra questi la 100 km dei Campioni del Ranch e la probabile partecipazione alla 12 Ore del Golfo.

Rossi presente per l’ultima tappa della MotoGp

Nonostante per ora non si parli di un ruolo “da protagonista” nel mondo MotoGp, Valentino Rossi continua a essere uno dei personaggi di riferimento. L’ex pilota, secondo alcune indiscrezioni, dovrebbe essere presente a Valencia, dal 4 al 6 novembre, per l’ultima gara del Mondiale con la speranza di poter festeggiare con Pecco Bagnaia (che si è formato proprio nella VR46 Academy). Non solo, vedrà da vicino e magari darà qualche consiglio al suo team ovvero Mooney VR46, formato da Luca Marini e Marco Bezzecchi in buona forma.

Francesco Bagnaia, celebra il mito di Rossi

Intanto, Francesco Bagnaia, ospite di “Stasera C’è Cattelan” sui canali Rai, ha parlato proprio dell’ex numero 46 confidando un rammarico. «Mi avrebbe fatto piacere sfidarlo nelle stagioni di massimo splendore. Le avrei prese, ma sarebbe stato bello». E poi su un confronto: «In ogni caso non avverto il confronto con lui, semplicemente perché Valentino è fuori categoria. È il più grande di tutti, nessuno sarà mai in grado di emularlo. Piuttosto capisco che l’Italia voglia tornare a vincere dopo 12 anni di digiuno».

Leggi anche:

Caricamento contenuti...