Virgilio Sport

Nadal mette in allarme i tifosi, il recupero procede lentamente

Il tennista iberico ha confidato di non sapere quanto rientrerà perché l'infortunio è stato piuttosto delicato

Pubblicato:

Quando torna Rafael Nadal? Nessuno lo sa, neanche il tennista iberico. Il mancino di Manacor ha parlato lungamente del suo recupero dall’infortunio a margine di Real Madrid-Barcellona, semifinale di andata della Coppa del Re. Nadal è un tifosissimo delle merengues. L’obiettivo è fare la stagione sulla terra rossa, con all’orizzonte naturalmente la Tour Eiffel del Roland Garros.

Nadal: “Questa volta ho bisogno di tempo”

Non forzerà Nadal, che salterà ovviamente i prossimi Atp 1000, i Masters di Indian Wells e Miami. Tutta colpa dell’infortunio patito al secondo turno degli Australian Open contro l’americano Mackenzie McDonald. La diagnosi: lesione di secondo grado al muscolo ileopsoas della gamba sinistra.

“Ho avuto un problema piuttosto serio in Australia e non ho una data di rientro. Stavolta ho bisogno di tempo e molto lavoro per riprendermi”. Il maiorchino ha aggiunto: “Sto facendo controlli settimanali. Dovremo vedere come evolverà la situazione, mi sto riprendendo e faccio più lavoro che posso ogni giorno per recuperare nel miglior modo possibile. Mai come stavolta non c’è una previsione, avanzo giorno per giorno. Non so quando tornerò, solo quando starò bene. Stavolta dovremo avere un po’ di pazienza”.

Nadal: “Infortunio in un posto scomodo”

Ha raccontato qualcosa in più sul tipo di infortunio, Nadal: “Mi sono fatto male ai muscoli, mi sono strappato un po’ il tendine in un posto molto complicato, lo psoas, perché nel tennis prendiamo forza da lì. Le cose si stanno evolvendo più lentamente di quanto vorremmo, ma non c’è altra scelta che avere un po’ di pazienza. Non ho più 20 anni. Quando passi un anno come quello che ho vissuto io, ti stanchi. Mi alleno 15 o 20 minuti al giorno all’Accademia, in modo che il mio braccio non perda completamente condizione. Davvero non so se tornerò a Montecarlo, a Barcellona o a Madrid. Non ho affatto perso la voglia di giocare e appena posso rientrerò”.

Nadal, dal record nella top ten al Roland Garros

Sta per interrompersi un record strepitoso per lo spagnolo, 912 settimane consecutive nella top ten del ranking: “Un record mostruoso. Con tutti gli infortuni che ho avuto, è un miracolo che non sia uscito prima. Se non puoi giocare per un lungo periodo, è chiaro che puoi uscire dalla top 10”.

La terra rossa potrebbe rivitalizzare uno specialista come Nadal: “La stagione sulla terra battuta sta arrivando e spero di poter accumulare punti lì. Il mio obiettivo naturalmente sono i Roland Garros di Parigi”. Non resta che aspettare che il campione ruggisca di nuovo sul suo terreno preferito.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...