,,
Virgilio Sport SPORT

Napoli, Ancelotti via: la figlia Katia pubblica questo messaggio

La primogenita dell'allenatore reagisce con un post forte che allude dopo l'addio del papà alla panchina partenopea

Katia Ancelotti porta un cognome che allude a trasparenza, professionalità e un indubbio talento per la relazione. A modo suo, ha deciso di spendersi in una difesa importante sui social nei riguardi dell’ormai ex tecnico del Napoli. Ma non è di certo la sola.

Suo padre Carlo, secondo quanto riferito da ex giocatori e suoi collaboratori, non ha mai ecceduto e creato un clima ideale se non positivo all’interno dello spogliatoio suscitando, qualunque fosse la panchina occupata, affetto e stima. Le uniche, innegabili, difficoltà note sono circoscritte alla sua permanenza al Bayern Monaco, come ha ammesso lo stesso Ancelotti.

“Sono due situazioni molto diverse (si riferisce al confronto con il Napoli, ndr). A Monaco è stato uno scontro con la società soprattutto – ha dichiarato Ancelotti ai microfoni di Sky Sport poco prima del comunicato ufficiale -, nel senso che pensavo fosse necessario un cambio della vecchia guardia per mettere forze fresche. E devo dire che con qualche giocatore a Monaco mi sono scontrato. Qui è tutta un’altra questione, il problema è che la squadra non è riuscita a esprimere le qualità migliori ma non perché ci sia attrito tra me e i giocatori, perché tra me e loro non c’è nessun attrito, è successo qualche episodio, come succede da tutte le parti, qualche giocatore dispiaciuto perché non ha giocato ma questi non sono attriti, tant’è che ci sono stati giocatori che hanno giocato menomati proprio per darmi un segnale di presenza, di forza e di vicinanza. E’ un discorso completamente diverso”.

Frasi precise che, alla luce dei fatti seguiti alla vittoria partenopea, acquisiscono un senso in più a conclusione del travaglio che ha spaccato in gruppi spogliatoio e di conseguenza squadra. E – pare – contrapposto Lorenzo Insigne ad Ancelotti.

Per Katia, che godeva della vicinanza di suo padre e di suo fratello Davide (figura centrale nello staff di Ancelotti in cui lavora anche il genero), quanto avvenuto non muta di certo l’operato sulla panchina partenopea. Davide ha ringraziato tutti su twitter, in un tweet protetto diffuso da Il Mattino: “Grazie a tutti i dipendenti della SSC Napoli. Un abbraccio speciale a Tommaso perché torni presto. Grazie ai giocatori. Grazie a tutti quei tifosi che ci hanno sostenuto sempre. Grazie alla città che ha visto nascere i miei figli”.

“A testa alta”, ha postato la sorella su Instagram. Una frase che lascia intendere che altri non possono fare o dire lo stesso.

E poi c’è una scelta. Katia menziona Allan e Manolas. “Grazie di cuore mister, per tutto quello che hai fatto per me e per il Napoli. È stato un onore averti come mio allenatore! Un grosso in bocca al lupo a te e il tuo staff, vi auguro il meglio perché lo meritate!”, scrive il greco su Instagram.

Una dedica apprezzata dai compagni Meret, Elmas e Di Lorenzo. Affettuoso anche Allan. “Sei stato una persona speciale, molto di più che un allenatore… Ti ringrazio per tutto ciò che hai fatto in quasi due anni insieme … Ti faccio un grosso in bocca al lupo a te e a tutto lo staff”, il messaggio, quasi commosso, del brasiliano e ripreso da Katia. L’aggiornamento è continuato con attenzione, da parte della figlia di mister Ancelotti, che ha inserito nelle stories Di Lorenzo, Koulibaly e Lorenzo Insigne, tra gli altri. Evitando (volutamente?) di fare alcuni nomi.

VIRGILIO SPORT | 11-12-2019 11:04

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...