Virgilio Sport

Napoli, tifosi infuriati e divisi trovano i colpevoli

La squadra di Gattuso gioca un ottimo secondo tempo all’Olimpico, ma un errore di Ospina regala la vittoria alla Lazio a dieci minuti dal termine

11-01-2020 20:12

Napoli, tifosi infuriati e divisi trovano i colpevoli Fonte: 123RF

Ancora una sconfitta. Il Napoli si ferma per la seconda volta consecutiva, ancora una volta condannata dai suoi errori. Dopo i tre errori madornali contro l’Inter, stasera a completare l’opera ci pensa Ospina. Il portiere colombiano infatti ha regalato a Immobile il gol della vittoria, a meno di dieci minuti dalla fine.

Ironia social. Su Twitter, spazio all’ironia. I tifosi del Napoli ormai vivono nello sconforto, passata ormai la rabbia, è il momento dell’ironia, unica arma per provare a superare questo momento difficile e così Ospina diventa “Babbo Ospina”, anche se il Natale è appena finito. “Lazio in campo con la bellissima maglia dei 120 anni. Napoli in campo con la maglia delle 120 partite senza vincerne una”. Ma anche “Iella e lentezza” a sintetizzare il momento della formazione azzurra.

Gattuso, primo colpevole. Ma se Ancelotti ha pagato con la panchina, Gattuso non è riuscito a fare meglio con tre sconfitte in quattro partite: “La cura Gattuso, 3 sconfitte in quattro partite mi sto sentendo male”, oppure “A Gattuso conveniva davvero rifiutare tutte le offerte”. Ma c’è anche chi prova a difendere l’allenatore: “Questi fanno errori individuali, delle c…e enormi e la gente se la prende con l’allenatore”. C’è chi sottolinea la buona prestazione del Napoli nel secondo tempo: “Il Napoli ha dominato come non faceva da tempo. La sconfitta più immeritata della storia del calcio”.

Cambi mancati. L’allenatore ex Milan finisce nel mirino soprattutto per la mancanza di cambi fino all’80’. “Se il Napoli non ha vinto la colpa è di Gattuso che voleva il pareggio. Il Napoli stava dominando ma l’allenatore ha deciso di non fare i cambi, preferendo gente che camminava. Ospina fa il resto, ma il diktat di non buttarla arriva dalla panchina”.

La nota da salvare. Prima della partita Lorenzo Insigne ha consegnato una maglia alla piccola Noemi Staiano: “L’immagine più bella di Lazio-Napoli è di sicuro quella della piccola Noemi Staiano che entra in campo sorridente. Il 3 maggio fu ferita da un proiettile vagante in un agguato di camorra. Complimenti alle squadre, sono queste le scene che vogliamo vedere nel calcio e nello sport”.

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...