Virgilio Sport

NBA: Jayson Tatum critica i criteri di scelta per i quintetti All-NBA

“Non ci sono dei criteri stabiliti per i votanti su chi dovrebbero nominare. É tutto basato sulla propria opinione"

Pubblicato:

NBA: Jayson Tatum critica i criteri di scelta per i quintetti All-NBA Fonte: Maddie Malhotra/Getty Images

Non è per nulla piaciuta a Jayson Tatum la mancata apparizione nei quintetti All-NBA della scorsa stagione. Il motivo? Ha perso più di 30 milioni di dollari.  Intervistato da JJ Redick nel suo podcast The Old Man and The Three, Tatum si è scagliato contro i criteri usati per selezionare i componenti dei quintetti All-NBA, a suo dire troppo soggettivi.

L’anno scorso Tatum firmò un’estensione contrattuale quinquennale da 163 milioni di dollari complessivi. Come tutti i contratti al massimo salariale, anche quello del giocatore dei Boston Celtics poteva aumentare la sua remuneratività al raggiungimento di alcuni obiettivi. Tra questi c’era l’entrata in un quintetto All-NBA, ecco spiegato il mancato guadagno di almeno altri 30 milioni di dollari visto la sua assenza.

“Non ci sono dei criteri stabiliti per i votanti su chi dovrebbero nominare. É tutto basato sulla propria opinione. É tutto del tipo ‘Bene, mi piace un po’ di più questo giocatore’.”

“L’unica volta che ho lasciato che questo argomento mi influenzasse era l’anno scorso, quando ero ai Playoff. O forse i Playoff erano finiti. Comunque tutti stavano parlando delle loro preferenze per i quintetti All-NBA, nei podcast e si parlava di chi avrebbero votato. Avevo 30 milioni di dollari in ballo. Mi ricordo chiaramente che una persona disse ‘Non sono un fan della sua selezione di tiro, quindi non lo voterò per i quintetti All-NBA’. Io ero sconcertato.”

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...