,,
Virgilio Sport SPORT

Olimpiadi, volley da record: le vecchie star credono nell'Oro

Gardini, Lo Bianco e Raffaelli scommettono sul trionfo azzurro ai Giochi di Tokyo.

Una pallavolo italiana da record è pronta alle Olimpiadi di Tokyo con due squadre indoor, tre coppie nel beach volley e il sitting volley. Con sei frecce nella propria faretra (prima volta), l’Italia andrà alla ricerca di un oro che ancora manca.

Andrea Gardini, capitano azzurro della Generazione dei Fenomeni, è fiducioso: “È il momento giusto. Portare così tante formazioni alle Olimpiadi è il termometro di un movimento in salute, di una grande Federazione. E ci sono tutte le carte in regola per arrivare a risultati importanti. Per questa squadra mi sembra il momento ideale per raccogliere un grande risultato. Al di là del talento a disposizione, tra gli azzurri c’è il giusto mix di maturità e gioventù che può fare la differenza. Per molti giocatori questa potrebbe essere l’ultima occasione per puntare al bersaglio grosso. Sì, l’oro è possibile”. 

Eleonora Lo Bianco, che in carriera ha raggiunto 548 presenze con la maglia azzurra giocando 5 Olimpiadi, ha un solo rimpianto. Se la pallavolo maschile è andata a medaglia ai Giochi, le donne non sono mai salite sul podio: “Quello è un problema, un brutto ricordo che riguarda le giocatrici della mia generazione. Delle mie cinque esperienze ai Giochi ho ricordi bellissimi, ma resta il rammarico di non aver conquistato una medaglia. Questa Nazionale deve andare con la mente sgombra da quel pensiero perché hanno costruito un loro bellissimo percorso. Da quando Mazzanti ha iniziato il suo lavoro nel 2017 questo gruppo è cresciuto tanto e ora a Tokyo può giocarsi le proprie possibilità di medaglia”.

L’Italia può contare su Paola Egonu, attualmente la più forte giocatrice al mondo: “È incredibile – racconta Lo Bianco -. Ha doti fisiche e mentali fuori dal comune. È tosta, si vede che non lascia nulla al caso. E questa è una caratteristica importante”. 

Il beach volley azzurro sarà rappresentato nel maschile Rossi-Carambula e Lupo-Nicolai, mentre nel femminile da Menegatti-Orsi Toth. “Solo a Sydney 2000 siamo riusciti a presentarci con tre coppie al via del torneo olimpico – ricorda Andrea Raffaelli, ex beacher primo italiano ai Giochi nel 2000 assieme a Pimponi, oggi tecnico di Rossi-Carambula -. Ma attenzione a non giudicare lo stato di salute di un movimento dal numero di medaglie. A volte un grande evento come l’Olimpiade esula dalle valutazioni perché si inseriscono numerose variabili che rendono impossibili le previsioni”.

 

C’è fiducia nell’Italia, dall’indor alla sabbia. La medaglia d’oro è possibile, quest’anno più che mai, vista la partecipazione azzurra da record ai Giochi.

OMNISPORT | 09-06-2021 20:19

Olimpiadi, volley da record: le vecchie star credono nell'Oro Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...