Virgilio Sport

Pagelle di Udinese-Lecce 1-1: Ebosele e Piccoli i migliori in campo, Ferreira e Gendrey le delusioni

Top e flop della partita Udinese-Lecce, valevole per la 9° giornata di Serie A 2023/2024: la sfida si accende grazie ai cambi della ripresa. Thauvin si sblocca, Sansone illumina

23-10-2023 20:30

Domenico Esposito

Domenico Esposito

Giornalista

Da vent’anni in campo e sul campo per vivere ogni evento in tutte le sue sfaccettature. Passione smisurata per il calcio e per la sfera di cuoio. Il pallone è una cosa serissima, guai a dirgli di no

Sfuma la prima vittoria in campionato per l’Udinese. Piccoli entra in campo nel finale e salva il Lecce alla Dacia Arena, che torna a casa con un punto prezioso. I friulani restano ancora senza successi e, ora, Sottil rischia sul serio. Quarta gara senza i tre punti per D’Aversa. Top e flop di Udinese-Lecce, gara decisa dai cambi dei due allenatori, e il tabellino della partita nella nostra analisi.

Udinese-Lecce, la chiave della partita

Forfait dell’ultima ora per Sottil, che perde Lovric per affaticamento muscolare e si affida dunque a una mediana composta da Samardzic, Walace e Pereyra. Lucca in panca: in attacco c’è Success al fianco di Thauvin. D’Aversa si affida al tridente delle meraviglie che sta facendo sognare la piazza salentina: Almqvist, Krstovic e Strefezza. È il Lecce ad avere il controllo della partita e a rendersi pericoloso soprattutto grazie all’ottimo lavoro svolto dalla catena di sinistra composta da Gallo e Strefezza. Quest’ultimo, al 22′, sfiora il gol con un tiro a giro che esce d’un soffio. L’Udinese conferma tutti i suoi limiti lì davanti: sia Thauvin che Success si perdono nel momento in cui dovrebbero finalizzare.

Rivivi tutte le emozioni di Udinese-Lecce

L’intervallo fa bene a Sottil: al rientro il tecnico friulano lascia negli spogliatoi il disastroso Ferreira per gettare nella mischia un Ebosele che spacca subito la partita. Sua la sgroppata che porta al rigore concesso per fallo di Gendrey su Pereyra. Thauvin non sbaglia dagli undici metri: primo sigillo in Serie A per l’ex Olympique Marsiglia. A 30′ dalla fine D’Aversa cambia volto alla sua squadra con il ritorno in campo di Banda, che mancava dal 17 settembre, al posto di Oudin. Ma sono i cambi effettuati al 77′ che salvano il Lecce. Sì, perché Sansone inventa per Piccoli che sotto misura non sbaglia. Finisce 1-1, un punto che serve più al Lecce che all’Udinese.

I top e flop dell’Udinese

  • Ebosele 7: L’irlandese entra a inizio ripresa al posto del bocciato Ferreira e spacca la partita con il suo strapotere fisico. Il rigore arriva in seguito a una sua sgroppata devastante.
  • Thauvin 6,5: Impegno, qualità, ma anche i soliti limiti al momento di finalizzare. Trova il primo gol in Serie A dagli undici metri.
  • Pereyra 6,5: L’Udinese ha troppo bisogno delle fiammate dell’argentino, che ha dato segnali confortanti. L’ex Juve sta crescendo a vista d’occhio e si procura il rigore poi realizzato da Thauvin.
  • Perez 5,5: Macchia la sua gara perdendo di vista il neo-entrato Piccoli che fredda Silvestri.
  • Success 5,5: Solito discorso per il nigeriano, che difetta in cattiveria. Suda la maglia, ma proprio non riesce a trovare la porta. Che è ciò che dovrebbe fare un attaccante.
  • Ferreira 5: Preso di mira da Gallo e Strefezza commette una serie di errori tecnici che l’Udinese – specie in una circostanza – rischia di pagare a caro prezzo.

I top e flop del Lecce

  • Piccoli 7: Gli bastano pochi minuti per timbrare il cartellino con una poderosa spaccata.
  • Sansone 7: Un’azione straordinaria sulla destra con assist al bacio per Piccoli: se recuperato, l’ex Sassuolo e Villarreal può rivelarsi prezioso per D’Aversa.
  • Strefezza 6+: Ispirato, il 26enne di San Paolo. Le sue giocate mettono in costante difficoltà la retroguardia friulana. Splendido il suo tiro a giro al minuto 22 che fa la barba al palo. Cala nella ripresa.
  • Baschirotto 6+: Un salvataggio sulla linea che vale quanto un gol. Peccato che sia vanificato dal fallo di Gendrey su Pereyra che porta al penalty per i padroni di casa.
  • Almqvist 5,5: Il passo c’è, ma le scelte si rivelano puntualmente sbagliate. Lo svedese deve ritrovare lo smalto delle prime esibizioni in maglia giallorossa. Evanescente.
  • Gendrey 5: Il francese pizzica Pereyra e Tremolada concede il rigore che consente all’Udinese di sbloccare il match.

Il tabellino di Udinese-Lecce

Udinese (3-5-2): Silvestri; Perez, Bijol, Kabasele; Ferreira (46′ Ebosele), Samardzic, Walace, Pereyra (76′ Payero), Kamara; Thauvin, Success (76′ Lucca). A disposizione: Okoye, Padelli, Guessand, Zarraga, Quina, Akè, Tikvic, Camara, Zemura, Pafundi. All. Sottil

Lecce (4-3-3): Falcone, Gendrey, Baschirotto, Pongracic, Gallo (68′ Dorgu); Oudin (68′ Banda), Ramadani, Kaba (79′ Gonzalez); Almqvist, Krstovic (77′ Piccoli), Strefezza (77′ Sansone). A disposizione: Brancolini, Samooja, Rafia, Venuti, Berisha, Listkowski, Faticanti, Corfitzen, Smajlovic, Touba. All. D’Aversa

Arbitro: Tremolada

Note: ammoniti: Kabasele, Ramadani, Pongracic, Baschirotto, Dorgu, Thauvin, Gendrey, Ebosele

Marcatori: 48′ Thauvin su rig., 83′ Piccoli

Guarda gli highlights di tutti i match della serie A

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...